Politica / Regione

Commenta Stampa

Dl Balduzzi: Calabrò dopo no fiducia, basta con i tagli alla sanità


Dl Balduzzi: Calabrò dopo no fiducia, basta con i tagli alla sanità
31/10/2012, 17:41

 

Oggi qualcosa in Senato è cambiato e speriamo che cambi anche l'atteggiamento del Governo nei confronti della sanità. Il decreto legge Balduzzi è passato con appena 181 voti a favore, 43 contrari e 23 astenuti, senza contare che ben 67 senatori hanno preferito assentarsi per evitare il peggio. Ad affermarlo è il senatore del Pdl Raffaele Calabrò che ha votato no in dissenso dal gruppo.

Un voto di protesta contro una politica di tagli alla sanità che negli ultimi tre anni hanno portato a un depauperamento del Fondo Sanitario pari a 21 miliardi - chiosa il capogruppo Pdl in Commissione Sanità -  e che sta mettendo in ginocchio l’intero sistema , già sofferente  per il blocco del turn over e la carenza di personale.

Oggi insieme con alcuni  colleghi del Pdl della XII Commissione abbiamo chiaramente mandato un messaggio al Governo, in particolare al Ministero dell'Economia, sentendo il dovere morale di difendere la sanità meridionale, accusata di non essere più in grado di garantire i livelli essenziali di assistenza - precisa il parlamentare campano - Qualcuno ci spieghi come possiamo più garantirli senza personale sanitario, se i nostri medici sono stremati da turni massacranti? Come possiamo più assicurare il diritto alla salute dei cittadini, se non abbiamo i fondi per riorganizzare l'assistenza territoriale?

Ma - conclude Calabrò - sono fiducioso che da oggi, già durante l'iter del ddl omnibus 'Fazio', la Commissione potrà contare sulla disponibilità del Ministro Balduzzi, per completare un decreto sulla sanità che evidentemente contiene falle colmabili soltanto impiegando risorse.    

=

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©