Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Una norma esclude dai bilanci le spese per i "grabdi eventi"

Dl enti locali: norma a favore dei comuni "amici" del governo


Dl enti locali: norma a favore dei comuni 'amici' del governo
23/03/2010, 10:03

ROMA - Tra oggi e domani il Senato darà il via libera alla conversione in legge del decreto legge sugli enti locali. E' una norma tecnicamente complessa, una di quelle norme fatta di rimandi a numerose altre leggi, ecc. ma che può avere un effetto devastante sui bilanci pubblici. Sfrondata di tutte le questioni tecniche, come fa notare il quotidiano "La Repubblica", il succo è questo: d'ora in poi i Comuni potranno organizzare manifestazioni, feste di piazza e simili senza inserire le spese necessarie nel bilancio. Basterà che questo evento venga qualificato come "Grande evento", cosa possibile con l'accordo con il governo, e godrà della stessa mancanza di trasparenza contabile che è riservata alle emergenze.
Appare evidente che questo significa che i Comuni con governo legato al Pdl o alla Lega avranno a disposizione molte più risorse di quelli che invece hanno maggioranze legate ai partiti dell'opposizione al governo. Insomma, un ottimo modo per fare campagna elettorale e per creare intrallazzi tra politici disonesti e imprenditori delinquenti con i soldi degli ignari cittadini; naturalmente il tutto con la benedizione della Presidenza del Consiglio attraverso la Protezione Civile.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©