Politica / Parlamento

Commenta Stampa

La presidente Laura Boldrini aveva anticipato la questione

Dl femminicidio: approda alla Camera ad agosto

Il 20 o il 21 in Aula

Dl femminicidio: approda alla Camera ad agosto
10/08/2013, 19:55

ROMA – Il decreto legge sul femminicidio approderà alla Camera il 20 o il 21 agosto con una seduta straordinaria che servirà per incardinare il ddl di conversione, così come si apprende da fonti della Camera dei Deputati.
Le norme sul femminicidio, approvate giovedì dal governo, contengono alcune novità: l'irrevocabilità della querela per stalking, la possibilità di presentare denunce anonime e l'arresto in flagranza di reato. Inoltre è prevista l'assistenza legale gratuita per chi è vittima di stalking o maltrattamenti e non può andare incontro al pagamento di un avvocato.
La vittima sarà, infine, sempre informata sull'iter giudiziario della denuncia.
La presidente della Camera, Laura Boldrini aveva già anticipato la questione: "Ieri, nel salutare i deputati per la pausa estiva, ho ricordato che l'aula e le commissioni possono essere convocate, se necessario, in ogni momento - ha scritto sulla sua pagina Facebook. E' prevedibile, infatti, che Montecitorio debba riunirsi già dopo il 20 agosto per la presentazione di un decreto".
Ad intervenire subito contro la Boldrini è la Lega Nord e, in particolare, il vicepresidnete del Carroccio a Montecitorio, Gianluca Pini, che tuona: “Ancora una volta la presidente Boldrini dimostra non solo di essere totalmente incapace di gestire l'aula ma anche di non conoscere come funziona la Camera stessa. Noi siamo pronti anche domani a lavorare, ma è la Conferenza dei capigruppo che decide il calendario. Pertanto, se si vuole ripartire subito a lavorare, la capigruppo ha già deciso: il primo punto all'ordine del giorno è la cancellazione del finanziamento pubblico ai partiti. Noi siamo pronti". 

Commenta Stampa
di Francesca Galasso
Riproduzione riservata ©