Politica / Politica

Commenta Stampa

Orfini: “Vergogna”

Dl femminicidio, Camera vota si. M5S e Lega astenuti


Dl femminicidio, Camera vota si. M5S e Lega astenuti
09/10/2013, 19:13

Con 343 voti a favore e 20 astenuti il dl sul femminicidio ottiene l’ok dalla Camera. I gruppi di maggioranza hanno votato a favore del decreto legge mentre il Movimento 5 Stelle e Sel non hanno part4ecipato al voto. La Lega si è astenuta.
Adesso tocca al Senato esaminare il dl femminicidio e votare ma bisogna farlo in tempi brevi. Il prossimo 15 ottobre, infatti, scade il decreto e, dunque, è necessario convertirlo in legge entro lunedì 14, per non rischiare la decadena.
Invece che astenersi, come precedentemente annunciato, i deputati grillini hanno deciso di non partecipare al voto sul dl femminicidio. E nel momento in cui l'assemblea della Camera ha votato per il decreto, i deputati del Movimento 5 Stelle si sono alzati in piedi e sono rimasti con le braccia incrociate. Un modo, spiega il deputato Alfonso Bonafede, per dire che "non possiamo accettare il ricatto morale che ci viene imposto con la decretazione omnibus". Matteo Orfini ha criticato la decisione dei deputati dell'M5S di non votare il decreto contro il femminicidio. "I grillini non votano la legge contro il femminicidio. Vergogna a 5 stelle", ha scritto il deputato del Pd su Twitter.

 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©