Politica / Napoli

Commenta Stampa

Domenica gli italiani in piazza per ricostruire l'Italia come nel dopoguerra


Domenica gli italiani in piazza per ricostruire l'Italia come nel dopoguerra
24/11/2012, 10:53

Domenica gli italiani in piazza per ricostruire l'Italia come nel dopoguerra,  tutti i movimenti anti casta si mobilitano contro le emergenze!  Noi Movimento antiequitalia il 25 novembre 2012 a Roma contro la violenza della riscossione esattoriale, l’oppressione fiscale e le speculazioni bancarie, finanziarie  ed assicurative. “AngeloPisani leader del movimento anti equitalia con tutti i rappresentanti nazionali e le associazioni noi consumatori e fratelli d'Italia  scende in piazza per un equità fiscale' contro i metodi del sistema di riscossione targato equitalia ,  il governo dei banchieri,  l’oppressione fiscale, la burocrazia dei poteri forti e  le speculazioni di banche e assicurazioni a difesa dei cittadini e soprattutto del futuro dell'Italia e dell'economia e sviluppo democratico del paese ”. Così il Movimento noi anti equitalia fondato dall avvocato angelo pisani  annuncia il raduno  di tutti i movimenti anti equitalia e rappresentanti di noi consumatori operanti in Italia   a Roma domenica 25 novembre al Palazzetto dello Sport di Viale Tiziano, per passare dagli allarmi ed emergenze nazionali  ad un'opera di ricostruzione democratica del paese tramite nuova e giovane classe dirigente , per gridare NO a questa politica delle banche e poteri forti che ha spellato solo i cittadini , impoverito le famiglie e distrutto il nostro paese speculando e sprecando i soldi pretesi come tasse . Sono già migliaia le adesioni pervenute sui siti e pagine di social network di noiconsumatori.it e del network degli studi anti equitalia per esser tutti in strada a lottare per la sopravvivenza e diritti con gli amici  del Movimento per la Gente di Maurizio Zamparini  “Saremo in piazza – spiega Pisani anche per dare solidarietà e soprattutto forza e coraggio a chi ha perso la casa o i suoi risparmi sotto l ossessione equitalia, chi ha perso la vita e visto svanire i ogni sogno, chi ha perso il lavoro, per i cittadini, lavoratori, pensionati e piccoli imprenditori portati al suicidio per la disperazione di non poter più andare avanti, per i giovani che non vedono un futuro, per i cassaintegrati, per i precari e gli studenti violentati nei loro diritti costituzionali . Vogliamo proporre e non solo rappresentare il disastro della Malapolitica italiana, è per questo che abbiamo bisogno di tutti, tutti coloro che credono che l’ Italia sia una nazione senza distinzione Nord - Sud, fatta e portata avanti dal popolo sovrano di cui i politici devono essere fedeli dipendenti e rappresentanti non più speculatori e traditori”. “Non c'e' piu tempo,  siamo come nel dopoguerra , dobbiamo svegliarci e riprenderci il nostro paese e la nostra vita. Siamo arrivati al punto di combattere Stato contro cittadino, è sempre più difficile gestire un’ azienda così come è difficile per un dipendente vivere con uno stipendio precario o una pensione da 500 euro al mese, è per questi motivi che dobbiamo civilmente scendere in piazza e far sentire le nostre ragioni e pretendere un equità fiscale e il rispetto dei diritti costituzionali fondamentali.  E’ ora che gli italiani non si lamentino più solo davanti al computer o seduti sul divano, basta deleghe in bianco a persone incapaci, se non lo facciamo in prima persona nessuno ci risolverà i problemi e ora di sviluppare politica per la gente . E’ per questi importanti motivi e per ricostruire l'Italia politica ed economica che domenica 25 novembre alle ore 11.00 dobbiamo essere in tanti al Palazzetto dello sport a Roma”  scrive angelo pisani a tutti i suoi associati ed affiliati sui social network .

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©