Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Donadi e Formisano lasciano l'Idv

L'annuncio in una conferenza stampa

Donadi e Formisano lasciano l'Idv
08/11/2012, 12:10

La riunione dell’Idv  di ieri sera (mercoledì) non sembra aver chiuso definitivamente il terremoto che in questi giorni si è aperto nel partito. Al termine del vertice Antonio Di Pietro evita i giornalisti, a differenza dell’ex capogruppo Massimo Donadi che afferma: “Di Pietro ha presentato la sua linea. Devo dormirci su, domani prenderò le mie decisioni”. La decisione riguarda il suo ipotetico passaggio nel gruppo misto, a seguito delle dimissioni da capogruppo alla Camera, scaturite dopo le vicende “immobiliari” che hanno colpito il leader Antonio Di Pietro. Donadi auspicava un passo indietro dell’ex magistrato, affermando che sono ormai sei mesi che si attende anche l’alleanza con il Pd, ma nulla accade. Nel corso della riunione avrebbe ripensato alle dimissioni anche il vice capogruppo Fabio Evangelisti” Mi hanno chiesto di ripensarci”. Oggi è previsto un ulteriore summit per eleggere il nuovo rappresentante alla Camera, che potrebbe essere Antonio Borghesi. 
Aggiornamento ore 12.10
"Dopo una riunione durata 4 ore ieri sera dei gruppi parlamentari dell'Idv in cui non abbiamo avuto nessuna rassicurazione su correzione di linea e di gestione da parte di Antonio Di Pietro, abbiamo deciso di lasciare sia il partito sia il gruppo parlamentare". E' questo l'annuncio in conferenza stampa a Montecitorio da parte di Massimo Donadi, ex capogruppo dell'Idv alla Camera, e Nello Formisano, deputato ed ex responsabile dell'Idv in Campania. Il senatore Formisano ha ribadito in ogni modo il suo impegno per il sud: "Mi dimetto dal incarico nell'Idv, ma continuerò a fare battaglie per il Mezzogiorno nel gruppo Misto in Parlamento". Donadi dal canto suo ribadisce la sua posizione sulle primarie di centro sinistra: "Voterò e darò indicazione alla persone che lavoreranno con me al nuovo soggetto di votare per Pierluigi Bersani alle primarie del centrosinistra: ha il profilo giusto per il centrosinistra di oggi, un profilo federatore e riunificatore. È evidente che il giorno dopo apriremo il confronto con il vincitore delle primarie". 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©