Politica / Regione

Commenta Stampa

Donato Pica: "Sarno, Bracigliano, Quindici e Siano tredici anni dopo"


Donato Pica: 'Sarno, Bracigliano, Quindici e Siano tredici anni dopo'
05/05/2011, 10:05

“In occasione del tredicesimo anniversario della immane tragedia che il 5 maggio 1998 colpì la Città di Sarno ed i Comuni di Siano, Bracigliano e Quindici, oltre ad un doveroso e sentito pensiero di solidarietà e di vicinanza alle famiglie delle vittime, corre l’obbligo per noi tutti di riflettere ancora una volta e con la dovuta attenzione sul preoccupante fenomeno di dissesto idrogeologico che a tutt’oggi riguarda la gran parte della Regione Campania” così il Consigliere regionale Donato Pica ricorda l’immane tragedia che investì le popolazioni dei Comuni dell’Agro-nocerino sarnese tredici anni orsono. Un ricordo ed un pensiero di solidarietà ma anche un richiamo alla responsabilità sul grave fenomeno del dissesto idrogeologico che ancora grava sul territorio regionale. “Mi corre sottolineare che troppo poco è stato fatto in termini di prevenzione e soprattutto che ad oggi la Proposta di Legge regionale elaborata dal sottoscritto, unitamente ai colleghi D’Amelio,Caputo, Casillo e Del Basso de Caro, ancora non è stata discussa in Aula. Una legge che mira a contrastare il grave fenomeno del rischio ambientale e del dissesto idrogeologico e che favorisce lo stanziamento di risorse a favore dei Comuni rientranti nella perimetrazione dei Parchi Nazionali e Regionali” ha dichiarato Pica. Una Proposta di Legge che, una volta approvata dal Consiglio regionale, andrà a supportare tutti gli interventi atti a contrastare il rischio ambientale ed il dissesto idrogeologico, quindi, tutti i lavori, le forniture ed i servizi destinati alla bonifica e messa in sicurezza di siti ed aree di pregio al fine di ripristinarne l’integrità ambientale e territoriale; la sistemazione e messa in sicurezza di alvei fluviali, di costoni rocciosi oggetto di eventi franosi, di coste e litorali colpiti da fenomeni di erosione, nonché ogni altro intervento comunque rispondente al perseguimento degli obiettivi della stessa legge. “Infine, ma non da ultimo, la Proposta di Legge - Organizzazione territoriale del sistema di Protezione Civile regionale ed istituzione dei Registri delle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile - presentata lo scorso 13 aprile ed attualmente in giacenza nelle Commissioni di riferimento. Interventi legislativi urgenti e che aspettano di essere discussi in Aula”. ha concluso Pica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©