Politica / Regione

Commenta Stampa

Napoli in prima linea con il progetto "Donazione civica"

Donazione degli organi, Consiglio in seduta solenne


.

Donazione degli organi, Consiglio in seduta solenne
24/05/2010, 15:05

NAPOLI - Per la prima volta in Italia, il consiglio comunale di una grande metropoli si riunisce in seduta solenne per discutere della donazione degli organi. Napoli in prima linea, quindi, per spiegare ai propri cittadini il gesto di solidarietà umana che si può compiere donando i propri organi. Illustrate anche le novità del progetto “Donazione Civica” che da anni, in collaborazione fra Regione, Provincia, Comune ed Ufficio Scolastico Regionale, promuove la diffusione della cultura della donazione negli istituti Superiori della Campania. Illustrato il sito della Regione Campania www.donagliorgani.it che consente ai cittadini di informarsi rapidamente e dettagliatamente sulla donazione degli organi.
Tante le iniziative che, in particolare il 30 maggio (Giornata nazionale della donazione degli organi), faranno da corollario alla seduta solenne del consiglio comunale.
La Regione campana occupa uno degli ultimi posti tra le regioni italiane per quanto concerne la donazione degli organi, con una media di dodici per milione di abitanti nel 2009 ed una percentuale di rifiuti alla donazione che, in alcuni ospedali, raggiunge anche il 70% di coloro ai quali è stata accertata, ai sensi della vigente legge, la morte celebrale.
Migliaia di cittadini aspettano, spesso invano, un trapianto. La mortalità in lista di attesa oscilla tra il 15 e il 20%.
“E’ una giornata importante perché si diffonde il messaggio di solidarietà. E’ il gesto più altruista che si possa fare – sottolinea il presidente del consiglio comunale di Napoli Leonardo Impegno – e non si tratta di convincere nessuno, ma di informare per far capire quanto sia importante”.
Il progetto “Donazione civica 2010/2011” intende, quindi, riproporsi nelle scuole campane per informare studenti e docenti.
Nonostante la Campania fino ad ora non abbia aiutato moltissimo, l’Italia ha raggiunto risultati di tutto rispetto nel panorama europeo classificandosi come secondo paese per numero di donazioni (21 donatori per milione di abitanti) dopo la Spagna (32 donatori per milione di abitanti).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©