Politica / Politica

Commenta Stampa

Scettici diversi partiti sulla riforma presentata dal minist

Dopo le polemiche sulla riforma Profumo chiarisce sul merito

Zazzera IDV: "Ripari i danni fatti dalla riforma Gelmini"

Dopo le polemiche sulla riforma Profumo chiarisce sul merito
04/06/2012, 18:06

ROMA-Il ministro Francesco Profumo scrive ai sindacati dopo le polemiche che lo hanno colpito a seguito della riforma scolastica che aveva annunciato e nella quale diversi soggetti politici avevano intravisto una disparità di organizzazione e opportunità non uguali per tutti.
Profumo scrive: "Ho sempre cercato di mettermi dalla parte giusta: quella della coesione e della solidarietà nell'interesse generale". Poi aggiunge: “ La scuola italiana ha attraversato negli ultimi anni un periodo di grande difficoltà, fatto di tagli e di marginalizzazione rispetto all'agenda politica del paese. Di questa messa all'angolo la scuola ha sofferto molto, e in primis i suoi lavoratori, che si sono sentiti feriti e colpiti".
Per quanto riguarda invece gli interventi sul merito il ministro chiarisce che sono "complementari" che impiegheranno “solo” qualche decina di milioni e scrive:  "per le misure a favore dell'impegno nell'eccellenza e più di un miliardo per la scuola di tutti. Non proporrò certo provvedimenti sul premio alternativi allo sforzo, che invece deve essere sempre più intenso, per fare della scuola un mondo dove nessuno è lasciato indietro, a cominciare dai più deboli e svantaggiati".
Adesso gli occhi sono puntati sul testo definitivo che sarà presentato in Parlamento. Francesca Puglisi, responsabile Scuola del Partito Democratico, ha dichiarato:"siamo felici di apprendere dal ministro che i preliminari del provvedimento sul merito circolati in questi giorni non corrispondono ai contenuti finali, è necessario un ulteriore approfondimento, perché sia riaffermato il principio di merito in una scuola inclusiva che dia uguali opportunità a tutti".
L’'Italia dei Valori punta il dito anche contro la riforma Gelmini ed i danni che ha causato Pierfelice Zazzera dichiara : "Il ministro scenda dalla cattedra e la smetta di dare pagelle a scuole e a studenti…risani il taglio dei fondi voluto dalla Gelmini e risolva al più presto il problema del precariato, altrimenti la sua funzione è inutile e farebbe bene a prendere la valigia e lasciare l'incarico. Non avevamo bisogno di un tecnico per continuare le politiche sulla scuola volute dalla Gelmini".

 

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©