Politica / Politica

Commenta Stampa

“Illusorio aspettare interventi risolutori da altri”

Draghi: “La salvezza dell’Italia dipende solo da noi”

Il governatore della Banca d’Italia: agire in fretta

Draghi: “La salvezza dell’Italia dipende solo da noi”
12/10/2011, 18:10

ROMA - La salvezza dell’economia italiana dipende solo da noi: ne è convinto il governatore della Banca d’Italia, che cita Manzoni per l’atavica tentazione degli italiani nell’attendere l’arrivo dello straniero per essere salvati. Mario Draghi dice la sua sullo stallo economico in cui versa il nostro Paese e non usa mezzi termini nel dire che l’errore più grosso da evitare sia quello di credere “che interventi risolutori possano venire da fuori”. Il discorso del governatore della Banca d’Italia è semplice: è importante che tutti i cittadini italiani, politici ed istituzioni in primis, prendano consapevolezza del fatto che il rilancio dell’economia italiana può venire solo ed esclusivamente dagli italiani stessi. E questi non debbono illudersi pensando che la soluzione possa giungere da altri. Spetta a noi risollevare le sorti economiche dell’Italia, e “per due ragioni”: la prima, ha spiegato Draghi, “è che il risanamento della finanza pubblica e il rilancio della crescita non sono un’imposizione esterna, sono problemi che vanno risolti soprattutto a beneficio dell’Italia. È un dovere verso i giovani e verso noi stessi”. La seconda ragione, ha proseguito, “è che la cooperazione europea, mai come oggi indispensabile, si basa giustamente sull’assunto che ciascun membro faccia la propria parte. Solo i Paesi che si assumono le proprie responsabilità e che mantengono con rigore gli impegni presi sono partner credibili, a maggior ragione nella fase di ulteriore integrazione e condivisione di doveri che si prospetta per l’Unione Europea”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©