Politica / Politica

Commenta Stampa

Le difficoltà dei giovani?Una questione da non sottovalutare

Draghi: Servono misure strutturali per salvare l'economia

Le famiglie con figli sono quelle più a rischio

Draghi: Servono misure strutturali per salvare l'economia
07/10/2011, 20:10

“Le difficoltà incontrate dai giovani devono preoccupare. La priorità assoluta dell'Italia è oggi uscire dalla stagnazione riavviando lo sviluppo con misure strutturali”. Questo è quanto ha dichiarato Il prossimo presidente della Bce nel corso del seminario per la sussidiarietà a Saertano, Siena, Mario Draghi. Secondo il governatore della Banca d’Italia le difficoltà di crescita per l’Italia e le scarse opportunità per le nuove generazioni sarebbero due questioni direttamente correlate l’una all’altra.
Ad aggravare la situazione i dati che rivelano che la crisi ha toccato maggiormente le famiglie con figli portandole ad un grado di povertà economica che tocca il fondo: “La caduta dell'occupazione ha interessato in prevalenza i figli conviventi e quindi i nuclei familiari plurireddito. Tra il 2007 e il 2010 il reddito equivalente, ovvero corretto per tenere conto della diversa composizione familiare, sarebbe diminuito in media dell'1,5%. Il calo sarebbe stato più forte, oltre il 3%, tra i nuclei con capofamiglia di età compresa tra i 40 e i 64 anni, proprio per le minori entrate degli altri componenti. All'opposto, sarebbe aumentato il reddito dei nuclei con capofamiglia di 65 e più anni”. In seguito a quanto detto Draghi ha concluso dicendo che «Nel complesso la condizione di povertà economica delle famiglie con figli si è aggravata”.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©