DURO ATTACCO DI DI PIETRO A BERLUSCONI - JulieNews - 1

Politica / Parlamento

Commenta Stampa

DURO ATTACCO DI DI PIETRO A BERLUSCONI


DURO ATTACCO DI DI PIETRO A BERLUSCONI
28/06/2008, 15:06

Durissimo attacco di Antonio Di Pietro a Silvio Berlusconi sulle intercettazioni. Da Campobasso il leader dell'Italia dei Valori ha dato del ''magnaccia'' al presidente del Consiglio scatenando una bufera di reazioni. Lo spunto sono state le ultime intercettazioni pubblicate da 'L'Espresso' e le centinaia di telefonate agli atti del processo napoletano all'ex capo di RaiFiction Agostino Saccà, alcune a chiaro contenuto bollente, che vedono protagonisti non solo il premier ma anche altri politici e personaggi più o meno noti.
Immediata la replica di Daniele Capezzone. "Ha passato il segno - ha tuonato il portavoce di Forza Italia - Dinanzi al livello delle sue sortite odierne, c'è da rimanere allibiti, a maggior ragione - prosegue - se si considera il pulpito da cui proviene la predica. Se Di Pietro indagasse su Di Pietro, se cioè qualcuno indagasse su di lui con metodi alla Di Pietro, l'ex pm e il suo partito sarebbero politicamente travolti. Occorrerà fare maggiore chiarezza su questo campione delle 'mani pulite' e i suoi metodi".
''L'on. Di Pietro confonde le prostitute con le veline e, di conseguenza, i magnaccia con gli agenti artistici - ha ribattuto il segretario della Dca-PdL, Gianfranco Rotondi - Fin qui, dunque, il suo insulto non è tanto al premier quanto alle veline che fanno un mestiere rispettabile e pulito. In generale il dibattito politico anche in questi casi un po' estremi farebbe bene a rinunziare a cadute maschiliste a quanto pare diffuse a destra e a sinistra. Oramai qualcosa di sinistra viene detta solo dal segretario della Democrazia Cristiana''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©