Politica / Politica

Commenta Stampa

Il premier: unica alternativa è il voto anticipato

E Berlusconi insiste: i numeri ci sono, andiamo avanti


E Berlusconi insiste: i numeri ci sono, andiamo avanti
06/11/2011, 21:11

ROMA - Non lascerà il paese in mano alla sinistra  e tirerà dritto fino alla fine del mandato. I numeri? Ci sono, parola del Cavaliere. E qualora dovessero verificarsi ulteriori scivoloni, non resta che il voto anticipato. Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha detto che "nonostante le defezioni che io continuo a ritenere possano rientrare, noi siamo ancora maggioranza in Parlamento". Nel corso di un collegamento telefonico con una convention organizzata da Silvano Moffa, ha aggiunto: "Abbiamo numeri certi che abbiamo certificato anche in queste ore". L'unica alternativa a questo governo "è il voto", "non vedo possibile e indispensabile un governo di larghe intese messo lì a dispetto degli italiani", ha aggiunto il presidente del Consiglio nel corso del collegamento telefonico. La situazione in casa Pdl, però sembra non migliorare, anzi. E' di queste ore la notizia che Gabriella Carlucci è passata con l'Udc, mettendo sempre più in pericolo la maggioranza di governo. Berlusconi ha deciso di rimanere a Roma ed ha contattato i dissidenti uno ad uno anche se alcuni, come Destro e Gava, smentiscono di essere stati chiamati. A tutti il Cavaliere ha dato rassicurazioni e rinviato a domani o a martedì per un incontro. Il Cavaliere è parso a tutti affaticato ma agguerrito e sempre pronto alla battuta ironica. “Quando mi ha chiamato – rivela Roberto Antonione – mi ha detto scherzando di essere proprio dove io vorrei mandarlo, ovvero a casa”. Paolo Guzzanti è stato invece il primo ad essere ricevuto, già ieri sera.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©