Politica / Regione

Commenta Stampa

Tra Pignasecca e Sanità per toccare con mano i problemi

E Lettieri prosegue le sue passeggiate tra i cittadini per conoscere i mali di Napoli

Tra acclamazioni e dissenzi c'è chi intravede Cosentino

.

E Lettieri prosegue le sue passeggiate tra i cittadini per conoscere i mali di Napoli
25/05/2011, 14:05

Napoli – Dopo l’incontro con i Repubblicani ed il battibecco con de Magistris, Gianni Lettieri torna a tuffarsi tra la gente tra le strade di una Napoli che attende intrepida il suo nuovo primo cittadino. Inizia la sua ormai rituale passeggiata partendo dalla Pignasecca dove tra manifestazioni d’affetto e strette di mano ascolta preso le problematiche di tutti quelli che lo avvicinano anche, semplicemente per farsi fotografare assieme come se fosse una star del cinema. Non manca la piccola incursione in qualche negozio dove lo attendono gli esercenti alquanto amareggiati e delusi dello stato avanzato della crisi economica che attanaglia Napoli.Non mancano, chiaramente, chi esprime il proprio dissenso nei confronti del Candidato Lettieri, ed prorpio un anziano signore dall’aspetto arzillo e combattivo che gli urla:” Tutti cosi, bravi a promettere in campagna elettorale, poi una volta eletti vi dimenticate di tutto e di tutti”. A questi gli risponde Lettieri ostentando tatto e comprensione:” Io non sono un Politico, provengo da una famiglia di commercianti, io sono diventato industriale e successivamente mi hanno eletto loro rappresentante. Per questo ho a cuore la mia città”
Seconda tappa del tour giornaliero vede l candidato a Sindaco a spasso per la Sanità e precisamente nei Vergini altro quartiere popoloso dove sono sensibilmente palpabili degrado e compromessa vivibilità. Anche qui l’ ennesimo un bagno di folla lo acclama e lo identifica come risolutore delle sorti della città. Da alcune indiscrezioni si è appreso che, ad attendere Gianni Lettieri nei pressi della stazione della metropolitana di Piazza Cavour ci sia stato il coordinatore Campano del Pdl Nicola Cosentino, che dopo un fugace saluto al candidato per Palazzo San Giacomo, si sia discretamente defilato, lasciando il proscenio al probable futuro Sindaco.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©