Politica / Parlamento

Commenta Stampa

E' lite tra finiani e berlusconiani per il tesoro di An


E' lite tra finiani e berlusconiani per il tesoro di An
07/10/2010, 11:10

ROMA - SI profila una lotta tra Fli e quella parte di ex An che è rimasta nel Pdl. Oggetto del contendere il patrimonio di An: 380 milioni di assets, compresi 70 immobili, ed in più una valanga di contributi pubblici ancora da ricevere. Fli chiede il 30%, ma i berlusconiani non intendono concedere neanche un centesimo; cosa inaccettabile per il partito di nuova formazione che, senza quelle risorse, non potrebbe affrontare le prossime elezioni. In teoria, non c'è discussione: all'interno della tesoreria dell'ex An, dei nove componenti, sei sono berlusconiani, quindi c'è una maggiorazna schiacciante. Per questo Fli minaccia di portare i libri in Tribunale per ottenere il commissariamento dell'ex An; ufficialmente sarebbe una misura di autotutela, ma in realtà sarebbe un modo di fare pressione sugli ex colonnelli di Fini (La Russa, Gasparri, Matteoli, Alemanno, ecc). Insomma, se non si divide, nessuno ne usufruirà.
Ma forse sarà necessario giungere ad un accordo il più rapidamente possibile, perchè c'è il problema del Secolo d'Italia. Come tutti i giornali di partito, vende pochissime copie e ha bisogno dei finanziamenti pubblici e ha bisogno che il partito di riferimento copra i debiti che man mano fa. In questo momento il quotidiano, che è stato di An, ha un debito di 700 mila euro, che va ripianato. Ma La Russa non ha nessuna intenzione di versare i soldi (anche se prima l'MSI e poi An hanno sempre coperto questi debiti) ed Fli non li ha. Cosa succederà, quindi?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©