Politica / Parlamento

Commenta Stampa

"Sarà un successo vincere in tre regioni" ha detto

E ora Berlusconi teme l'astensionismo


E ora Berlusconi teme l'astensionismo
16/03/2010, 10:03

ROMA - Cominciano ad aleggiare fantasmi sempre maggiori sui risultati del Pdl alle prossime elezioni. Risolta bene o male - più male che bene - la questione della mancata presentazione delle liste nel Lazio e delle firme non accolte sul listino di Formigoni in Lombardia, resta il dubbio sui risultati finali. SIamo nel periodo in cui i sondaggi sono vietati, ma le voci circolano. E sono voci che vedono per il Pdl un grosso rischio nell'astensionismo. Non nel cambio di casacca da parte degli elettori, cosa difficile vista la radicalizzazione delle posizioni politiche imposte nel corso degli anni da Berlusconi; ma nel rifiuto di andare a votare. Negli anni scorsi questo era un problema del centrosinistra; ma adesso sembra essere anche della destra al governo. Tanto che di recente, parlando con i suoi, lo stesso Presidente del Consiglio avrebbe affermato che considererebbe un successo già il vincere in 3 regioni, una in più di quelle in cui scade un governo del Pdl. Mentre fino a poco fa si parlava di 4 regioni sicure (Lombardia, Veneto, Campania e Calabria) e almeno altre 4 in dubbio (Liguria, Piemonte, Marche e Lazio); insomma, un bel passo indietro.
E a drappeggiare fosche previsioni ci sono state anche le elezioni francesi, dove Sarkhozy è stato sconfitto proprio grazie alla forte astensione che ha colpito il suo partito, scontento dei tanti errori fatti dal Presidente francese. Tanto che si dice che sia diventato il nuovo intercalare del premier, quando qualcosa non va: "Visto cosa è successo a Sarkozy?". Per questo rimangono bloccati i talk show in Rai, che potrebbero spostare ancora qualche cosa, in termini di elettorato; ed è per questo che si prova in quel partito un certo disagio di fronte allo spettacolo di Michele Santoro, previsto per il 25 marzo al Paladozza e che verrà trasmesso via Internet.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati