Politica / Napoli

Commenta Stampa

E’ Simona Molisso la Presidente della Consulta delle Elette del Comune di Napoli


E’ Simona Molisso la Presidente della Consulta delle Elette del Comune di Napoli
15/11/2011, 09:11

Nella sala consiliare di via Verdi in una riunione introdotta dal presidente del Consiglio Raimondo Pasquino e, poi presieduta dal consigliere anziano Teresa Caiazzo, la Consulta delle Donne Elette nel Consiglio Comunale e nei consigli delle dieci Municipalità, alla presenza di 14 su 36 componenti, ha votato all’unanimità la consigliera comunale Simona Molisso come propria Presidente. La Consulta ha anche eletto, sempre all’unanimità, l’Ufficio di Presidenza composto, oltre che dalla Presidente Molisso, dalla consigliera comunale Teresa Caiazzo con funzioni di vice Presidente e dalle consigliere Municipali Emilia Maria Leonetti e Diana Pezza Borrelli della Prima Municipalità, Mariagrazia Vitelli ed Iris Savastano della Quinta Municipalità e Patrizia Liccardi della Sesta.
La Consulta delle Elette prevista dall’art.35 dello Statuto del Comune è l’Organo di consulenza in materia di pari opportunità.

“Forte - ha detto la presidente Molisso- il segnale democratico che vede nell’Ufficio di Presidenza, rispetto a quanto previsto dal Regolamento (1 Presidente, 1 consigliera comunale ed 1 consigliera municipale) ben 5 rappresentanti delle Municipalità insieme a 2 consigliere comunali, in un percorso democratico, partecipato e condiviso.
La Consulta si riunirà presso le sedi delle Municipalità al fine di rendere itinerante il percorso di coinvolgimento democratico. Ho proposto anche- ha aggiunto Molisso- un allargamento dei temi da affrontare che trascendono il femminile per fare pesare, in tutte le politiche dell’Amministrazione, i temi della parità e della giustizia sociale. La Consulta sfrutterà appieno il suo potere propulsivo nei confronti dell’Amministrazione, impegnandola sui temi cardine dell’occupazione femminile, della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e della violenza di genere” .

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©