Politica / Politica

Commenta Stampa

Ecomafie, Manfredi (PD): Via il segreto di stato da audizioni Schiavone


Ecomafie, Manfredi (PD): Via il segreto di stato da audizioni Schiavone
05/09/2013, 10:28

ROMA - “Le Camere tolgano il segreto di Stato sulle audizioni del pentito Schiavone”. A dichiararlo è il deputato campano del Pd Massimiliano Manfredi, firmatario con il presidente della Commissione Ambiente Ermete Realacci di un’interrogazione, rivolta al ministero dell’Ambiente, in cui si chiede di verificare i contenuti delle recenti dichiarazioni del pentito di camorra Carmine Schiavone sul traffico illecito di rifiuti al Sud. “Le parole di questo ex boss dei casalesi - afferma Manfredi - hanno alimentato preoccupazioni già fortissime sulle attività di smaltimento illecito di rifiuti tossici rimaste nascoste negli ultimi venti anni. Per questo, senza perdere tempo, chiediamo al ministro Orlando se intenda attivare il suo dicastero per verificare se quanto affermato dal pentito in merito agli scarichi illeciti a Casal di Principe e a Latina corrisponda al vero. Allo stesso modo chiediamo ai presidenti di Camera e Senato di togliere il segreto di Stato sulle audizioni del pentito Schiavone in Commissione bicamerale di inchiesta sulle ecomafie, risalenti al 1997 e segretate per esigenze di indagine. E’ il momento di reperire senza indugi tutte le informazioni utili per individuare i siti della Campania e del Sud che hanno funto da sversatoi per le scorie tossiche provenienti da tante industrie del nord, compromettendo la salute dei cittadini”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©