Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Election day, Bersani ad Alfano:"No a crisi di governo"

La replica del Pd alle dichiarazioni del Pdl

Election day, Bersani ad Alfano:'No a crisi di governo'
15/11/2012, 12:29

ROMA - Non tardano ad arrivare le dichiarazioni del segretario del Pd Pierluigi Bersani, dopo le notizie trapelate dal Pdl, sulla possibilità di staccare prima la spina al governo Monti. Arrivando all’assemblea della Confederazione nazionale dell’artigianato, Bersani afferma: “Spero e credo proprio di no”.  Circa inceve l’anticipazione delle elezioni regionali dichiara:  “Cerchiamo di capirci. La data delle elezioni regionali, legge alla mano, è dovuta, obbligata. Quanto all'ipotesi di anticipare le elezioni politiche bisogna rispettare le prerogative del presidente della Repubblica e poi chi ha questa intenzione dovrebbe preoccuparsi di avere una nuova legge elettorale e non di fare polemiche. E’ necessaria inoltre che ci sia una nuova elegge elettorale, che non deve essere fatta a colpi di mano. Noi abbiamo una posizione chiara, siamo pronti a migliorarla, serve un testo che garantisca la governabilità”. Poi conclude: “Se qualcuno vuole considerare di tenere in anticipo le elezioni politiche, si preoccupi di fare la legge elettorale e non polemiche”. Pronta la replica di Angelino Alfano: “Sulla crisi di governo molto dipende da Bersani, se insiste a imporre agli italiani una tassa di cento milioni di euro. In ogni caso la legge di stabilità è fatta nell'interesse dell'Italia e il nostro voto non è in dubbi.” Concorde con il segretario del Pdl, anche Pier Ferdinando Casini dell’Udc: “Sulla data del voto serve una soluzione di buon senso», una campagna elettorale «di quattro-cinque mesi rischia di paralizzare il Parlamento”. 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©