Politica / Politica

Commenta Stampa

Fassina: "Se confermate proiezioni, rischio instabilità"

Elezioni 2013: Monti segue i primi dati da Palazzo Chigi

Prudenza da parte di Sel. Si punta all'autosufficienza

Elezioni 2013: Monti segue i primi dati da Palazzo Chigi
25/02/2013, 17:40

ROMA - Fa sentire la sua voce il leader del M5S, a chiusura dei seggi ed interpretando i primi dati che vengono diffusi, e lo fa tramite il canale Twitter commentando questa elezione del 2013: “ L’onestà andrà di moda”, afferma con allegato un fumetto che ritrae  proprio il comico genovese.
Mantiene la calma volendo ponderare i dati che circolano La Russa, esponente di “Fratelli d’Italia”: “Emerge un grande recupero del centrodestra che però non è bastato anche se è stato più che dimezzato lo scarto di un mese fa”. Gli fa eco la Meloni che afferma : “ Il Centrodestra  paga il comportamento dell'ultimo anno e il rapporto col governo Monti, ma paga anche una indisponibilità a rinnovarsi al suo interno”. Positivi i commenti del senatore Lumia che afferma : ''Le prime impressioni sono buone, siamo pronti a governare il Paese, con lo stesso piglio con cui stiamo governando in Sicilia”, commenta il  capolista al Senato del “Megafono” giunto al comitato elettorale siciliano.
Sempre su Twitter,  Tremonti commenta i dati in riferimento al partito di Monti : “ Ci avete regalato un sogno: Monti sotto il 10%! Grazie a tutti!''. 

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 17:40 A CURA DI EMANUELE DE LUCIA

Il presidente del Consiglio uscente Mario Monti, leader di Scelta Civica sta seguendo le prime proiezioni direttamente da Palazzo Chigi, dove è arrivato in tarda mattinata da Milano. Verso le 18:30 dovrebbe invece recarsi nella sede del comitato elettorale del movimento, a pochi passi dalla sede del governo. Il portavoce di Scelta Civica, Lelio Alfonso commenta così i primi Instant Pool: "Aspetterei a fare commenti, almeno i dati delle proiezioni perché questi sono prematuri e tutti da valutare. E' già successo che si sono rivelati poco affidabili".
Ospite della diretta di Sky, il responsabile Economia e Lavoro del Pd, Stefano Fassina spiega che "se le proiezioni sono confermate, sono a rischio le urne. I dati che emergono dalle proiezioni sul voto sono preoccupanto, anche se è necessario comunque aspettare. Sarebbe difficile formare un governo e ci sarebbe il rischio di tornare alle urne. E' evidente che uno scenario così presenterebbe problemi molto seri per l'Italia".
I leader delle liste politiche in gara non perdono di vista i risultati, anche parziali. "Berlusconi è sereno, sta da Dio, era a pranzo coi figli e lo vedrò più tardi - spiega il medico personale del leader del Pdl, Alberto Zangrillo ai microfoni di Radio2 di 'Un Giorno da Pecora' -. Qualunque sia il risultato delle elezioni lui sa che ha fatto tutto quello che doveva e poteva fare, senza di lui non si sarebbero potuti ottenere questi risultati". Al medico di Berlusconi viene chiesto anche se l'ex premier sarà contento di un'eventuale esclusione di Udc e Fli dal Parlamento con allusione alla battuta fatta durante un comizio, in cui Berlusconi aveva dichiarato che si sarebbe ubriacato. Zangrillo replica: "Lui è una persona buona, non festeggia sui problemi degli altri. Io però sarei felice se andasse così".
Nella sede di piazza del Nazareno a Roma, non si sono ancora presentati i leader del movimento di Oscar Giannino, Fare per Fermare il Declino, ma è arrivata una prima esponente, la candidata capolista alla Regione Molise, Pilar Saavedra. I militanti del nuovo partito seguono le analisi elettorali che attestano Fare all'1%. Il leader di Rivoluzione Civile, Antonio Ingroia è insieme a Leoluca Orlando nella sede siciliana del movimento. La sede in via dei Montecatini è gremita di giornalisti, si attende Antonio Di Pietro nelle prossime ore. Leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni è invece in tv, in diretta su La7, mentre il cofondatore Guido Crosetto è ospite di Sky. Parlano entrambi di sofferenza del centrodestra, ma anche di incertezza nel voto e un peso consistente dell'astensionismo.
Invitano alla prudenza gli uomini e le donne di Sinistra Ecologia e Libertà, ma spiegano che i risultati, se confermati, lascerebbero soddisfatti. Il partito di Vendola punta soprattutto all'autosufficienza del centrosinistra alla Camera e al Senato e il ritorno della sinistra nelle Aule parlamentari. Gianfranco Fini e i dirigenti di Futuro e Libertà sono nella sede del partito a Roma e non hanno ancora commentato le prime proeizioni. 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©