Politica / Politica

Commenta Stampa

Il Pd tiene, ma non convince

Elezioni amministrative: si rafforza il centrodestra, tonfo del M5S


Elezioni amministrative: si rafforza il centrodestra, tonfo del M5S
11/06/2018, 09:15

ROMA - Il turno delle elezioni amministrative ha confermato in trend che dal 4 marzo attraversa l'Italia: il centrodestra si rafforza grazie soprattutto alla Lega; il Pd tiene, con qualche alto e basso; crolla invece il Movimento 5 Stelle, che sembra pronto a farsi fagocitare dalla Lega. 

Si è andati a votare in 761 comuni, di cui diversi capoluoghi di provincia. Tra questi, il centrosinistra è andato bene a Brescia, dove ha eletto al primo turno Emilio del Bono con il 53,9%, contro il 38,1% di Paola Vilardi, del centrodestra, e il 5,4% del Movimento 5 Stelle con Guido Ghidini. Bene anche ad Ancona Valeria Mancinelli, col 47,9%, che andrà al ballottaggio contro Stefano Tombolini del centrodestra che ha raggiunto il 28,4%. Fuori dai giochi il Movimento 5 Stelle che con Daniela Diomedi ha raggiunto il 17,2%. Centrosinistra in testa anche ad Avellino, con Nello Piazza che ha raggiunto il 42,9%. Al ballottaggio dovrebbe andare con lui Vincenzo Ciampi, del Movimento 5 Stelle, che ha raggiunto il 20,2%. 

Il centrodestra ha vinto al primo turno a Catania, con Salvatore Pogliese che ha raggiunto il 51,9%, contro Enzo Bianco, per il centrosinistra, che si è fermato al 26,7%. Ad Imperia l'ex ministro Claudio Scajola è andato al ballottaggio con il 35,3%, contro Luca Lanteri, esponente della Lega, col 28,7%. Vittoria del centrodestra anche a Vicenza, con Francesco Rucco, che supera di poco il 50%, mentre Otello Della Rosa, si è fermato al 45,9%. Stessa sorte a Treviso, dove Mario Conte è oltre il 54%, contro il 37,9% di Giovanni Manildo, rappresentante del centro destra. 

Per il Movimento 5 Stelle è una debacle, invece. Andrà al ballottaggio a Ragusa, dove cinque anni fa elesse il proprio sindaco, grazie ad Antonio Tringali, che è al 22,5%. Contro di lui l'esponente del centrodestra, Peppe Cassì, che è al 21%. Da segnalare la netta sconfitta invece a Roma, dove si votava nel III e nell'VIII Municipio. Nel primo il centrosinistra andrà al ballottaggio col centrodestra, nel secondo il centrosinistra ha vinto al primo turno. In entrambi i casi, M5S - che due anni fa aveva vinto - è lontano dai primi. Da notare che in questo caso l'affluenza è stata del 27%.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©