Politica / Regione

Commenta Stampa

A Vigevano destra e sinistra unite contro la Lega Nord

Elezioni: ballottaggio in 41 comuni


Elezioni: ballottaggio in 41 comuni
11/04/2010, 09:04

ROMA – Oltre un milioni di italiani torneranno tra oggi e domani alle urne. Sono infatti quarantuno i comuni italiani che non hanno eletto il sindaco al primo turno, il 29 marzo scorso.  Di questi, quattro sono capoluoghi di provincia: Mantova, Macerata, Matera e Vibo Valentia. In tutte e quattro sembra essere per il momento in vantaggio il candidato del centrosinistra, ma la situazione potrebbe facilmente cambiare. Solo Salvatore Adduce a Matera, con il 48,46% dei consensi, appare a un passo dalla meta.
A Mantova, invece, il sindaco uscente Fiorenza Brioni (Pd) conduce con oltre il 40% al primo turno, contro il candidato del Pdl Nicola Sodano fermo al 36%. Situazione quasi identica a Macerata, dove Romano Carancini del centrosinistra era arrivato a quasi il 46% di preferenze su Fabio Pistarelli, che aveva convinto il 41% degli elettori.
Infine, Vibo Valentia: qui il più votato al primo turno è stato Nicola Soriano (Pd) con il 41,11%, ma l’appoggio del centrista Antonino Daffinà (quasi al 25% al primo turno) e di
una civica che vale oltre il 5%, sulla carta dovrebbe essere
sufficiente a ribaltare l’esito della prima tornata elettorale.
Tra i comuni non capoluogo di provincia, il più popoloso è Lamezia Terme, con oltre settantamila abitanti.  Ma il premio per la migliore strategia elettorale va sicuramente a Vigevano. Il paese della provincia di Pavia vede fronteggiarsi il candidato della Lega Andrea Scala (che a marzo ha ottenuto il 33% dei voti) con una opposizione alquanto improbabile: Antonio Prati, del Pdl, ha infatti stretto un accordo con la lista civica Città Vigevanese, guidata dall’ex sindaco Carlo Santagostino, del Partito Comunista. Estrema destra ed estrema sinistra uniti, dunque, per sconfiggere il “nemico” Lega Nord. E questo è solo l’inizio.

 


Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©