Politica / Politica

Commenta Stampa

Il presidente sminuisce la vittoria del Movimento 5 Stelle

Elezioni, polemica a distanza tra Napolitano e Grillo

L'ex comico: "L'anno prossimo potrà godersi il riposo"

Elezioni, polemica a distanza tra Napolitano e Grillo
08/05/2012, 17:05

ROMA – Ultimate le operazioni di spoglio in quasi tutti i comuni chiamati alle urne, il giorno dopo le elezioni non si fanno attendere i bilanci e soprattutto le dichiarazioni di personaggi politici ed istituzionali. Tra queste c’è quella del Capo dello Stato. “Di boom ricordo solo quello degli anni ’60. Altri non ne vedo”: è con queste parole che il presidente della Repubblica, contrariamente a quanti hanno attribuito al movimento di Beppe Grillo la più importante vittoria in queste votazioni, ridimensiona il risultato raggiunto dal Movimento 5 Stelle per quest’ultima tornata di amministrative e invita le forze politiche e i cittadini ad una maggiore riflessione. L’analisi dell’inquilino del Colle è questa: “Una volta si diceva che le amministrative avessero un rilievo essenzialmente locale, e magari era vero fino ad un certo punto. Quello di ieri è stato un test piuttosto circoscritto, perchè il numero degli elettori non era grandissimo”. Giorgio Napolitano, dunque, sminuisce il buon risultato raggiunto dal movimento di Beppe Grillo e punta l’attenzione su un altro aspetto: quello della governabilità. A suo giudizio, l’esito delle elezioni comunali deve necessariamente far riflettere tutti sul rapporto con la politica e sui “problemi di governabilità oggi a livello locale”. Problemi di governabilità, ha aggiunto Napolitano, “che come abbiamo visto in Europa si pongono a livello nazionale anche in diversi Paesi”: chiara l’allusione alla situazione della Grecia che, appena uscita dalle elezioni nazionali, non riesce a esprimere una maggioranza e rischia un rapido ritorno alle urne con i mercati all’attacco. Piaccia o no, però, sta di fatto che i grillini sono riusciti a conquistare voti da nord a sud, al punto tale che il Movimento 5 stelle, la creatura di Grillo che si muove sul Web a colpi di blog, da oggi è entrato nelle stanze del potere, seppure locale.

NON SI FA ATTENDERE LA REPLICA DI GRILLO
Le parole del Capo dello Stato lasciano l’ex comico genovese a bocca aperta, ma non restano inascoltate. Non si fa attendere, infatti, la replica: “Sono a bocca aperta. Là dove non hanno osato neppure i Gasparri e i Bersani ha volato (basso) Napolitano”, scrive Grillo sul suo blog. Giorgio Napolitano, ricorda l’ex comico, “rappresenta anche il Movimento Cinque Stelle” e “il boom del Movimento Cinque Stelle non si vede, ma si sente”. L’anno prossimo, aggiunge nel discorso finale sul suo blog, con la nomina del suo successore Napolitano “potrà godersi il meritato riposo. Il comico, dunque, accusa il Capo dello Stato di aver minimizzato l’esito delle elezioni comunali, che hanno visto l’irrompere del Movimento Cinque Stelle da lui creato. Sul sito di Grillo, al post del comico segue la lunga coda di messaggi degli adepti del movimento: decine e decine, tutti ispirati dalla contestazione al presidente della repubblica.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©