Politica / Regione

Commenta Stampa

Affluenza calata di oltre 7 punti percentuali dal 2005

Elezioni regionali: calo dell'affluenza alle urne


Elezioni regionali: calo dell'affluenza alle urne
28/03/2010, 23:03

Sono in 41 milioni gli italiani chiamati alle urne oggi, domenica 28 marzo, dalle ore 8,00 alle ore 22,00, e domani, lunedì 29 marzo, dalle ore 7,00 alle ore 15,00, per il rinnovo del presidente e del consiglio regionale di 13 regioni: Lombardia, Veneto, Liguria, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Campania, Basilicata, Puglia e Calabria. Ma si vota anche per eleggere il presidente e il consiglio provinciale di 4 province (Imperia, Viterbo, L’Aquila e Caserta), oltre che il sindaco e il consiglio comunale di 463 comuni, tra cui 9 capoluoghi (Mantova, Lecco, Lodi, Venezia, Macerata, Chieti, Matera, Andria e Vibo Valentia).
Domani alle 15,00, terminate le votazioni e chiuse le urne, inizieranno subito le operazioni di scrutinio per quanto riguarda le regioni. Per province e comuni, invece, esse saranno svolte martedì mattina.
L’ eventuale ballottaggio per le elezioni amministrative si terrà, osservando lo stesso orario, nei giorni domenica 11 e lunedì 12 aprile.
Rispetto alle elezioni regionali del 2005 l’affluenza è calata di oltre 7 punti percentuali. Contro il 41,96% del 2005, infatti, il ministero dell’Interno ha registrato fino alle ore 19,00 un’affluenza del 34,9%, maggiore al Nord e minore al Sud.
L’ Emilia Romagna nella giornata di oggi è stata la regione con la più alta percentuale di votanti (39,61%), contrariamente alla Calabria, che con il suo 28,75% risulta essere la regione con la più bassa affluenza al voto.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©