Politica / Parlamento

Commenta Stampa

EMENDAMENTO PROSTITUZIONE, SFILATO DAL DECRETO LEGGE PASSA NEL DDL


EMENDAMENTO PROSTITUZIONE, SFILATO DAL DECRETO LEGGE PASSA NEL DDL
10/06/2008, 16:06

Il discusso emendamento sulla prostituzione verrà sfilato dal decreto legge sulla sicurezza e ripresentato nel disegno di legge. Lo ha riferito oggi il portavoce del presidente della Commissione Giustizia del Senato Filippo Berselli.
"Sì, si è deciso di spostare l'emendamento nel ddl", ha detto al telefono il portavoce di Berselli, dopo che la decisione è stata presa nel corso di una riunione tra il presidente della Commissione e i Ministri di Interno e Giustizia, Roberto Maroni e Angelino Alfano.
"Il presidente Berselli è soddisfatto, in quanto si è aperto un dibattito che appare serio e propositivo e soprattutto impegna il governo a togliere le prostitute dalle strade", ha aggiunto il portavoce.
La settimana scorsa Berselli ha presentato un emendamento al pacchetto sicurezza che prevede l'inserimento di chi pratica la prostituzione nell'elenco delle "persone pericolose" previsto da una legge degli anni Cinquanta. In caso di approvazione, una prostituta straniera, ricevuto il foglio di via, potrebbe essere costretta a lasciare l'Italia pena l'arresto.
Ieri il ministro dell'Interno ha auspicato che entro agosto il Parlamento discuta e approvi una proposta di legge complessiva e definitiva sulla prostituzione.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©