Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il Nord non vuole i rifiuti di Napoli

Emergenza rifiuti:Umberto Bossi attacca, no a decreti truffa


Emergenza rifiuti:Umberto Bossi attacca, no a decreti truffa
26/06/2011, 09:06

ROMA – Continua la querelle sui rifiuti. Il leader della Lega Nord, Umberto Bossi (nella foto) , sempre più categorico e deciso a non far passare decreti “truffa”, secondo il “Sentaur”, l’operazione che si vorrebbe  fare passare in Consiglio dei Ministri, relativa l’emergenza rifiuti a Napoli,  sarebbe una vera è propria truffa:
“Sono contrario all'operazione che stava passando in Consiglio dei Ministri, un decreto che io e Calderoli abbiamo capito essere un imbroglio e abbiamo deciso di non votare per non farlo passare", sentenzia il capo delle “camice verdi”."
Quei rifiuti non li vuole nessuno, altrimenti è una storia che non finisce, loro vanno avanti a produrre rifiuti e qualcuno glieli prende".

"La settimana che viene saremo sommersi dal problema dei rifiuti a Napoli, è una vergogna e lo sappiamo tutti", ha ribadito il leader della Lega parlando a una festa del Carroccio a Magenta.
"Il povero Berlusconi l'altra volta aveva risolto il problema, ma poi non gli hanno dato nemmeno un voto -
ha aggiunto riferendosi a Luigi De Magistris -, i voti li hanno dati a uno che diceva di voler risolvere il problema senza le discariche. Ora vediamo se ne è capace, anzi il sindaco di Napoli sia nominato commissario per i rifiuti, così non scappa".
Per quanto riguarda la situazione a Napoli, invece, ad intervenire è l’On. Antonio Di Pietro che riferendosi al neo - sindaco di Napoli dice:  "ha le mani legate". Pochi giorni fa Luigi De Magistris, parlando ai giornalisti ha  esplicitamente detto di una "regia" della camorra dietro ai roghi e ai blocchi stradali di questi giorni.
A parere del primo cittadino i roghi e i blocchi stradali sono aumentati proprio nei  giorni dell’emanazione delle quattro ordinanze relative ai rifiuti.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©