Politica / Politica

Commenta Stampa

Il leader Pd interviene su sospensione lavori in Parlamento

Epifani: ''esagerate'' le polemiche, basta strappi


Nella foto il segretario del PD Guglielmo Epifani
Nella foto il segretario del PD Guglielmo Epifani
12/07/2013, 10:23

ROMA  - In una  intervista a Repubblica, il segretario del Pd Guglielmo Epifani,  si dice ''preoccupato'' per la situazione che si è creata, ma  respinge come ''esagerate'' le polemiche sulla sospensione dei lavori in Parlamento  e dice che  sul sostegno al governo Letta c'è ''la stragrande maggioranza del Pd'' .

''Se ogni giorno qualcuno tira la corda, pone un ultimatum, tenta uno strappo – continua Epifani  -  è chiaro che diventa più difficile anzi impossibile stare insieme. E poi c'è questa spada di Damocle del 30 luglio''.  Ma ''per noi la questione è semplice, sentenza o non sentenza: se ci fanno lavorare per affrontare la crisi di questo paese, bene. Altrimenti basta''.

Alle critiche che arrivano dalla base,  Epifani risponde che ''bisogna distinguere le condanne personali dal fatto che quel partito ha preso otto milioni di voti. E poi, se proprio vogliamo dirla tutta, il processo che pone a noi i problemi maggiori è quello di Napoli. Se si accerta che ha comprato i nostri per far cadere Prodi''.

Il segretario dice anche di condividere ''il documento dei 70 senatori che difende il lavoro del Parlamento e del governo'' ma aggiunge che '' nell' ufficio di presidenza del gruppo della Camera, tutti avevano convenuto sulla scelta e poi qualcuno non l'ha votata in aula''.

In ogni caso per il Pd il governo deve durare, e Letta ''in poco tempo si è conquistato una credibilità internazionale incredibile''.  Il nodo resta ''il Pdl'', ma se si staccasse la spina, un governo con Grillo ''mi sembra difficile, semmai con loro si può cambiare la legge elettorale. Ma sarebbe solo una extrema ratio''.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©