Politica / Parlamento

Commenta Stampa

EPIFANI: SOSPENDIAMO LA BOSSI-FINI; PDL: DEMAGOGIA


EPIFANI: SOSPENDIAMO LA BOSSI-FINI; PDL: DEMAGOGIA
03/11/2008, 11:11

Il Segretario Generale della CGIL, Guglielmo Epifani, ha lanciato sulle colonne del "Corriere della Sera" un'idea interessante: sospendere gli effetti della Bossi-Fini per due anni, dato il periodo di crisi economica, in maniera da dare il tempo ai lavoratori extracomunitari che venissero licenziati di trovare un nuovo lavoro. Infatti è bene ricordare che la legge Bossi-Fini considera un lavoratore irregolare - e quindi passibile di arresto e di condanna - dal momento stesso in cui viene licenziato o comunque lascia il lavoro, anche se ha il permesso di soggiorno.

Le reazioni nel PdL non si sono fatte attendere, visto che la Bossi-Fini è uno dei cardini della legislazione della Destra. E così Maurizio Gasparri, Ignazio La Russa e Italo Bocchino, del PdL, hanno violentemente attaccato Epifani, definendo la sua proposta demagogica e sostenendo che invece questo è il momento di agire con più severità, per impedire che gli extracomunitari considerino l'Italia il Paese dove si può delinquere senza paura della legge.

La proposta di Epifani è di puro buon senso, a fronte di una legge che tratta l'extracomunitario come una merce, da usare finchè serve e da buttare via quando non serve più. Ma è chiaro che di fronte ad una legge di bandiera e demagogica, che ha violato tutti i principi europei e costituzionali, la risposta non poteva essere di buonsenso nè di accoglimento del buon senso altrui.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©