Politica / Regione

Commenta Stampa

L'accordo nella sede di Tess

Ercolano, istituito tavolo anticrisi


Ercolano, istituito tavolo anticrisi
04/03/2009, 16:03

Su iniziativa del Sindaco di Ercolano Nino Daniele, e presso la sede di Tess Costa del Vesuvio in Villa Ruggiero, è stato ufficialmente istituito oggi il Tavolo anticrisi per la Città di Ercolano. L’accordo è stato siglato alla presenza del primo cittadino che ne ha assunto al tempo stesso la presidenza, nonché del Presidente della TESS Leopoldo Spedaliere in qualità di coordinatore e dei rappresentanti delle parti sociali: il Presidente dell’Unione Industriali di Napoli Gianni Lettieri, i Segretari provinciali di CGIL, CISL e UIL nelle persone di Giuseppe Errico, Gianpiero Tipaldi ed Anna Rea, assessori e capigruppo consiliari del Comune di Ercolano e rappresentanti cittadini delle associazioni di categoria ASCOM, Confesercenti, Coldiretti, imprenditori di Pugliano.

Il tavolo ha svolto un esame delle problematiche relative alla crisi economica contingente, alle azioni per il suo contrasto e alla elaborazione di una strategia di sviluppo in un’ottica di sistema dell’area della Costa del Vesuvio.

Sarà quindi a breve predisposto un documento che terrà conto delle criticità emerse e delle potenzialità di sviluppo del territorio, nonché della necessità di semplificazione di alcune procedure burocratiche che ostacolano l’attivazione dei fondi disponibili e, infine, del rinvenimento e l’utilizzo di risorse stanziate e non ancora impegnate.

Sulla base di tale documento il Sindaco chiederà urgentemente al Presidente della Regione Campania ed all’Assessore regionale alle Attività Produttive un incontro per affrontare le tematiche oggetto del documento.

Soddisfatto il presidente della Tess Leopoldo Spedaliere che ha commentato: “E’ stato definito un tavolo permanente sulla falsariga di quanto già avvenuto a Castellammare e Torre Annunziata per tenere sotto controllo una situazione sempre più preoccupante. Ercolano sta compiendo dei grandi sforzi per delineare il proprio futuro, ed ha diritto ad un ruolo primario nell’area rispetto ad una filiera di sviluppo legata al turismo ed ai beni  culturali”. Dal canto suo il sindaco Nino Daniele ha spiegato che : “la scelta di coinvolgere Tess testimonia l’intenzione di ribadire l’orizzonte di reciprocità con altri Comuni dell’area, anche se questa riunione è specifica di Ercolano. Un ringraziamento particolare va Lettieri, Rea ed Errico per la sensibilità democratica che hanno dimostrato una volta di più. Ercolano ha conosciuto negli anni un decremento demografico, ed in queste settimane si è accentuato un rientro degli emigranti degli ultimi anni a causa della crisi perché non ce la fanno a restare al nord e vanno ad aggiungersi ai disoccupati. E allora, come disse il saggio Lau - Tse, piuttosto che maledire il buio non è meglio accendere una candela?”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©