Politica / Politica

Commenta Stampa

Aurelio Regina : “Iniqua la tassa sui redditi alti”

Esodati: Confindustria non ci sta


Esodati: Confindustria non ci sta
25/10/2012, 13:29

ROMA – Confindustria non ci sta, e pone un freno alla soluzione trovata in Commissione Lavoro della Camera per finanziare l'ampliamento della tutela per gli esodati.

Ai microfoni di RadioAnch'io, il  vicepresidente di Confindustria, Aurelio Regina, afferma :

“Il contributo di solidarietà del 3% sui redditi sopra i 150 mila euro è iniquo, si aggiunge ad un prelievo analogo ancora in essere. Questo contributo colpisce una fascia di popolazione che è l'unica che spende, minacciando ulteriormente i consumi”.

Susanna Camusso, parlando a Firenze a margine del convegno europeo dei sindacati su 'L'Europa del lavoro e della crescita' ha detto: “E’ il segno di una necessità che il Parlamento conferma che si dia una soluzione al problema degli esodati, che è una profonda ingiustizia che continua a permanere e che non può trascinarsi. Mi pare positiva l'indicazione di un meccanismo di solidarietà di chiedere a chi ha di più in questo Paese. Poi bisogna trovare le soluzioni tecniche”.

Contrario al provvedimento è Fabrizio Cicchitto, capogruppo alla Camera del Pdl : “Malgrado ci siamo occupati più volte del tema perché sinceramente impegnati nel trovare soluzioni ragionevoli al problema degli esodati, nessuno ha consultato la presidenza del gruppo del Pdl prima dell'ultima riunione della commissione Lavoro dedicata al tema. Sostenendo in generale la via dell'abbattimento del debito per diminuire una pressione fiscale insostenibile per tutti, non condividiamo il ricorso a forme di finanza straordinaria per una copertura delle risorse necessarie sul tema".  
Favorevole sugli esodati è il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni : “Una soluzione bisogna trovarla  e il Parlamento ha dato un'indicazione credibile”. Ed ha concluso: “ L'importante è che si trovino i soldi per questa operazione”.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©