Politica / Politica

Commenta Stampa

Informativa urgente del ministro alla Camera

Esodati, Fornero: "Dati Inps parziali e fuorvianti"

Striscione della Lega "Esodiamo la Fornero"

Esodati, Fornero: 'Dati Inps parziali e fuorvianti'
20/06/2012, 10:06

"Respingo, con forza, ogni insinuazione che io abbia fornito informazioni non vere relativamente al numero" degli esodati. Lo ha ribadito alla Camera il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, durante l'informativa urgente sul tema degli esodati. "Questa non e' mai stata mia abitudine e non voglio certo infrangere la regola in questa mia breve parentesi da Ministro tecnico", ha aggiunto ripetendo le parole pronunciate ieri in Senato. Il ministro del Lavoro ha poi sottolineato di non aver voluto "sottrarre dati alla pubblica conoscenza e discussione. Rivendico anzi di avere assunto un atteggiamento di chiarezza e trasparenza, volto a risolvere subito i problemi piu' prossimi e a cercare soluzioni eque per quelli piu' lontani, nel rispetto di stringenti vincoli finanziari". "La tabella dell'Inps con il numero degli esodati e' parziale e, ove non corredata da adeguate spiegazioni, fuorviante, cosi' da prestarsi a facili strumentalizzazioni", ha proseguito Elsa Fornero. "E' parziale - ha spiegato - perche' essa non contiene tutti gli accordi di mobilita', i cui effetti si perfezioneranno nei prossimi anni (e sui quali il Governo sta per l'appunto facendo la ricognizione); ma anche fuorviante perche' essa individua un insieme eterogeneo di' soggetti costituenti la base dati entro la quale e' stato individuato il contingente effettivo dei 65.000 lavoratori salvaguardati con il decreto".
Appena il ministro del Lavoro ha iniziato a leggere l'informativa sui lavoratori esodati, i deputati della Lega hanno dato vita ad una mini contestazione esponendo un cartello che diceva "Esodiamo la Fornero", cartello rimosso dagli assistenti d'aula invitati dal presidente Gianfranco Fini ad intervenire. Subito dopo gli esponenti della Lega hanno lasciato l'aula per protesta. "Non ascoltiamo il ministro - ha spiegato il capogruppo Gian Paolo Dozzo - perche' non la consideramo all'altezza del ruolo. Per questo motivo abbiamo depositato una mozione di sfiducia individuale. Per noi non ha nulla da dire e andrebbe solo sfiduciata". "I deputati leghisti - ha aggiunto Dozzo - di conseguenza non seguiranno il dibattito in aula e non faranno interventi sull'informativa del ministro".
 

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©