Politica / Regione

Commenta Stampa

Stanziato 870mila euro per collaborazione internazionale

Eurocampania Agrifood, intesa a Belgrado


Eurocampania Agrifood, intesa a Belgrado
26/10/2009, 12:10

NAPOLI - Eurocampania Agrifood tour arriva in Serbia. La missione di promozione dei prodotti campani guidata dall’assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Gianfranco Nappi, approda a Belgrado, dove oggi è stato immediatamente promosso un progetto operativo per l'agroalimentare. L'Assessore ha infatti stipulato una serie convenzioni attuative fra Regione Campania, Università di Belgrado, Università di Novi Sad e Istituto superiore di ricerca per le colture vegetali di Novi Sad, convenzioni che attuano il Programma Operativo Integrato (POI) di cooperazione fra la Serbia e le regioni italiane Campania e Basilicata.

La sottoscrizione è l’ atto conclusivo di un percorso iniziato più di 3 anni fa, che ha avuto impulso a partire da una intesa di cooperazione formale tra il Presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, e le massime autorità della Serbia. Il programma prevede un costo complessivo di 870.000 euro. Il budget sarà investito per la ricerca scientifica allo scopo di ottenere un miglioramento genetico nei settori dell’orticoltura e della frutticoltura intensiva; per la promozione di sistemi pedagogici e didattici applicati all’istruzione professionale in agricoltura favorendo gli scambi didattici fra gli istituti coinvolti, per la promozione della cooperazione e dello sviluppo di piccole e medie imprese in agricoltura, per l’introduzione di sistemi di qualità e aggiornamento della normativa sulla qualità e sicurezza dei prodotti alimentari. Verranno inoltre proposti modelli sperimentali volti all'armonizzazione della normativa serba con quella comunitaria in vista dell'adesione della Serbia all'Ue.

Il Vicepresidente dell’Università Novi Sad, Milan Popovic ed il Professore di Agraria dell’Università di Belgrado, Vukasin Bjelic, presente con il Preside di Facoltà Nebojsa Ralevic, hanno parlato di un progetto significativo tra Italia e Serbia ricordando che l’Italia è un paese molto importante per loro e che questo progetto prevede l’utilizzo di nuove tecnologie e di nuova forza lavoro, cosa, fondamentale sia per la Regione Campania che per le loro Università. “Questa collaborazione può rappresentare un grande valore aggiunto - dicono i rappresentanti delle Università serbe, anche perchè il progetto mira a capire principalmente il comportamento dei semi italiani sul terreno serbo e viceversa ed i risultati di questi test verranno poi trasmessi agli agricoltori con l’ausilio di lezioni e approfondimenti a loro appositamente dedicati”.

Nappi si è detto “molto soddisfatto per la stipula di questa convenzione che sancisce l’inizio di una collaborazione volta ad ottenere sempre di più prodotti di altissima qualità”.
La firma dell’accordo, è stata seguita da una cena tipicamente campana offerta dal Parco metropolitano delle Colline di Napoli e preparata dallo chef partenopeo Salvatore Cozzi. Presenti, tra gli altri, Maria Mazza per l'Istituto di cultura, Giovanni de Crescenzo per l'Ambasciata e Milan Vojinovic per l'Ufficio del Primo ministro serbo. Il presidente del Parco, Agostino di Lorenzo ha espresso tutto il suo orgoglio per aver partecipato ad un progetto che mira a far conoscere anche all’estero la genuinità e la qualità dei prodotti napoletani. Intanto a Salerno ha preso il via la diciottesima Convention mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero, e l’assessore Nappi che sta seguendo i lavori in corso per la convention è intervenuto direttamente da Belgrado in videoconferenza con Salerno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©