Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Europa, Rifiuti; Mazzoni: “Demagogia e irresponsabilità uccidono i cittadini”


Europa, Rifiuti; Mazzoni: “Demagogia e irresponsabilità uccidono i cittadini”
03/02/2011, 17:02

“Una condanna preventiva. La risoluzione votata è solo un manifesto contro l'Italia. Anche in Europa si trasferisce il metodo giudiziario. La procedura di infrazione, il blocco delle risorse e una sentenza di condanna già inflitte pesano troppo sulle spalle della sinistra che le ha determinate, da impegnarli in un assurda battaglia europea per condannare le intenzioni e gli sforzi di un governo di centro destra. Dei cittadini, dei loro interessi, della risposta ai problemi non vi è traccia. I socialisti hanno sostenuto la tesi della condanna esemplare per far capire anche agli altri paesi inadempienti che l'Unione è inflessibile. Una lezione di correttezza che immola sull'altare il nostro paese con la complicità degli italiani”.
Così l’on. Erminia Mazzoni (Ppe-Pdl), Presidente della Commissione per le Petizioni del Parlamento Europeo, a margine della miniplenaria di questa mattina a Bruxelles, nella quale è stata votata la risoluzione sulla crisi dei rifiuti in Campania.
“Il disastro della Regione Campania- precisa la Presidente Mazzoni, firmataria a nome del Ppe di diciassette emendamenti alla risoluzione- è una gravissima ferita per una comunità civile e democratica. Sappiamo che lo stato di emergenza è stato peggiorato dall’aggressione di batteri criminali non adeguatamente combattuti. Ma credo che pur di fronte a un malato, che si sia autoinflitto responsabilmente le sofferenze, un medico, per restare nella metafora, abbia il dovere di salvargli la vita intervenendo con terapie curative, anche dolorose, ma comunque risolutive”.
“Qual è la risposta per sostenere l'uscita da questa situazione? Un'altra sanzione, un altro deferimento alla Corte? Sono questi gli strumenti per ridurre la produzione di rifiuti, aumentare la differenziata, chiudere le discariche, bonificare i siti? È demagogia e irresponsabilità. Sostenere lo sforzo delle autorità di dare adempimento alla sentenza è un dovere, oltre che un atto di lungimiranza politica. Ma purtroppo in Italia siamo faziosi e in Europa diventiamo oziosi”.
“I miei emendamenti- conclude l’On. Mazzoni- sostenuti dal voto di tutto il PPE, volevano solo tentare di trasformare un rabbioso atto d'accusa fine a se stesso in una mozione di responsabilità comune. Quella in aula era una sconfitta annunciata per il nostro paese, che avalla l’atteggiamento pregiudiziale di chi utilizza il Parlamento Europeo per strumentali partitismi”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati

04/02/2011, 10:02

Ministro Galan su caccia