Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Sanzioni più lievi per Ranieri e Buonanno (Lega Nord)

Evangelisti (IdV) sospeso per 12 sedute per la rissa di ieri


Evangelisti (IdV) sospeso per 12 sedute per la rissa di ieri
11/02/2010, 13:02

ROMA - Mano pesante del Presidente della Camera Gianfranco Fini contro il deputato Franco Evangelisti, dell'Italia dei Valori, coinvolto nella rissa scoppiata ieri sera alla Camera dei Deputati. Per riassumere brevemente, Evangelisti aveva preso in giro i leghisti, dicendo che si comportano come scimmie. Fabio Ranieri e Gianluca Buonanno, entrambi della Lega Nord si sono scagliati verso il deputato: il secondo è stato fermato abbastanza rapidamente; il primo invece è arrivato a raggiungere il suo obiettivo e hanno tentato di colpirsi, pur non riuscendoci grazie all'intervento dei questori. Secondo Fini questi fatti giustificano la sospensione di Evangelisti per 12 sedute; solo 10 per Ranieri e 5 per Buonanno, colpevole solo di aver tentato di andare a picchiare il collega.
Ma nulla è cambiato nell'aula di oggi, con le minacce dei leghisti e l'intervento del deputato Idv Francesco Barbato, che ha detto: "Non posso lavorare in questa aula, anzi ho paura. Non sono libero di esprimere liberamente il mio voto perché c'è un deputato che parla con personaggi ritenuti legati alla camorra del clan Ruocco di Napoli, a cui ordina di avviare rappresaglie nei confronti dei deputati che non seguono le sue indicazioni di voto. Questa persona non sapeva di essere intercettato ed è risultato il suo invito a cambiare i connotati a chi... Ora sarò costretto a seguire le indicazioni di quel deputato che siede al banco del Comitato dei nove da dove si danno indicazioni di voto".
Purtroppo non è la prima volta che alle normali provocazioni verbali, che da sempre i deputati dei vari partiti si scambiano, i leghisti o i deputati della destra reagiscono con la violenza, tentando di picchiare il provocatore, o lanciandogli oggetti o fascicoli di documenti. Ma non ci sono mai serie sanzioni verso i responsabili.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©