Politica / Regione

Commenta Stampa

Ex ACMS, Vetrella: "riprendere subito i servizi di trasporto"


Ex ACMS, Vetrella: 'riprendere subito i servizi di trasporto'
22/05/2012, 16:05

“Firmare subito l'accordo e riprendere immediatamente i servizi di trasporto su gomma, la cui mancanza i cittadini – già duramente danneggiati in tutti questi giorni – non possono e non devono più sopportare, altrimenti saremo costretti a trovare altre soluzioni.”

E' quanto dichiara oggi l'assessore ai Trasporti e alle Attività produttive della Regione Campania Sergio Vetrella, dopo l'ennesimo incontro avvenuto ieri in Regione per portare a soluzione la vicenda dell'Acms, l'azienda di trasporti su gomma di Caserta fallita lo scorso marzo, i cui servizi sono stati affidati con gara alla Clp più di un mese e mezzo fa, ma non sono ancora partiti.

“Mi appello al senso di responsabilità di tutti i partecipanti al tavolo – dice Vetrella - che devono ora rendersi conto che non si può più privare un'intera comunità del diritto alla mobilità, negando uno dei servizi pubblici fondamentali per la vita di tutti i giorni. Grazie al tempestivo intervento della Regione e della Prefettura di Caserta, è stato fatto tutto il possibile, prima attraverso l'assegnazione del nuovo contratto di servizio con una gara svolta e conclusa in tempi record - ossia appena quindici giorni dopo il fallimento dell'Acms – e poi con una rapida trattativa, che ha permesso di trasformare il crac in un'occasione concreta per il futuro del personale con l'assunzione a tempo indeterminato da parte della nuova società. Gli incontri che si sono susseguiti fino a oggi, con l'impegno anche dell'assessore al Lavoro Nappi, che qui ringrazio, sono legati ormai fondamentalmente solo agli eventuali esuberi.

“Ora dunque – prosegue l'assessore regionale – continuando tutte le azioni necessarie a cautelare tutti i dipendenti, ho chiesto che si proceda immediatamente alla ripresa del servizio, per evitare ulteriori danni agli utenti, incolpevoli delle conseguenze di una situazione che viene da lontano, frutto delle cattive gestioni del passato, e che nessuno finora era riuscito ad arginare fino a portare addirittura al fallimento dell'Acms, dopo ben due (inutili) anni di amministrazione controllata. Ringrazio anche la Clp che – in un momento non certamente facile di crisi economica generale – ha avuto il coraggio di mettersi in gioco per risolvere un'emergenza complessa e ha subito recepito il mio appello per il ritorno alla normalità.

“Concludo sottolineando – aggiunge infine Vetrella - che proprio questa vicenda è emblematica delle difficoltà che potrebbero aversi in futuro - non solo in Campania, ma in tutta Italia – quando tra pochi mesi si dovranno tenere le gare per l'affidamento dell'intero sistema dei trasporti pubblici, così come previsto dalle leggi nazionali e comunitarie. Per questo stiamo lavorando intensamente nella commissione di settore della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome che presiedo, per convincere il Governo ad attivare strumenti maggiormente incisivi di quelli attuali, che siano in grado di tutelare con più facilità i lavoratori delle aziende di trasporto, senza rischi di pericolose interruzioni dei servizi che saranno assegnati.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©