Politica / Regione

Commenta Stampa

Fuoco incrociato su Cosentino, è bagarre nel partito

Faida nel Pdl, Caldoro: "Ci vorrebbe un Alfano anche qui"

E si vocifera che sia stato già individuato un successore

.

Faida nel Pdl, Caldoro: 'Ci vorrebbe un Alfano anche qui'
03/06/2011, 12:06

 NAPOLI - È ormai tutti contro tutti al’interno del Pdl dopo la sconfitta alle comunali del candidato del centrodestra Gianni Lettieri. Dopo l’intervento su un noto quotidiano locale del coordinatore regionale Nicola Cosentino, che ha rintracciato le problematiche del calo di consensi in una politica nazionale debole per fronteggiare i mali della città, è il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro ad alzare la voce e a chiedere un cambio di guardia alla guida del partito campano. “Ci vorrebbe un Alfano anche per la Campania”, sostiene il Governatore di Palazzo Santa Lucia, alludendo ad una scelta di rinnovamento che equivale a dire un nuovo coordinatore regionale. E a rincarare la dose ci pensa il vice di Cosentino, Mario Landolfi: “E’ indegno lo scaricabarile nei confronti di Lettieri, il Pdl abbia la schiena dritta”, tuona il vice coordinatore regionale, seguendo la scia lasciata dal deputato Maurizio Iapicca che ha chiesto a Cosentino di fare un passo indietro. La scelta del coordinatore regionale di scaricare sia Lettieri che Berlusconi scatena un polverone. E c’è chi giura che un primo identikit, sul successore del coordinatore del Pdl, sia stato già tracciato.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©