Politica / Politica

Commenta Stampa

Faiella (Cisl Fp): “pronti a dialogare anche con la Cgil”


Faiella (Cisl Fp):  “pronti a dialogare anche con la Cgil”
23/03/2012, 11:03

Ricostruire un tavolo unitario (Cgil Cisl e Uil), questo l’obiettivo primario della Cisl Fp del settore Beni Culturali. A sollecitare la ricomposizione sindacale è Michele Faiella, dirigente della Cisl Fp di Salerno, che subito dopo aver conquistato il 55,9 % dei consensi (436 voti e 13 seggi) rispetto alla Uil 19,8 (155 voti e 6 seggi), Cgil 11,5 (90 voti e 4 seggi) e sindacati autonomi 12,8 (100 voti e 5 seggi) sta cercando l’unità sindacale nel settore dei Beni Culturali.

“L’appello è rivolto soprattutto alla Cgil - precisa Faiella - visto che con la Uil già da qualche mese sediamo allo stesso tavolo. La divisione sindacale, in questo momento di crisi, certamente non avvantaggia i lavoratori delle tre Soprintendenze (Bap, Bsae e Archeologica) e dell’Archivio di Stato. La Cisl forte del consenso ricevuto sente il dovere e l’obbligo di cercare a tutti i costi l’unità e sanare, quindi, eventuali incomprensioni passate con la ricomposizione del tavolo a tre. I tempi sono cambiati, bisogna assolutamente voltare pagina – conclude Faiella – riportare tutto al dialogo sincero, corretto e collegiale tra tutte le sigle sindacali nell’interesse esclusivo dei lavoratori”.

Nei prossimi giorni è prevista una riunione con i lavoratori della Soprintendenza BAP della sede di Salerno a Palazzo d’Avossa, all’incontro interverrà Michele Faiella che farà il punto della situazione. All’ordine del giorno anche l’ultimo aggiornamento sul Bando (scadenza fine aprile 2012, ndr), concernente gli sviluppi economici delle singole Aree professionali nel Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©