Politica / Napoli

Commenta Stampa

Fallimento Zoo, CGIL FILCAMS: "speculazione in atto da parte delle istituzioni e dell'ente Mostra"


Fallimento Zoo, CGIL FILCAMS: 'speculazione in atto da parte delle istituzioni e dell'ente Mostra'
17/11/2011, 09:11

"Attualmente il tribunale fallimentare di Napoli ha nominato, il Dott.  Salvatore Lauria dello studio Giordano, quale Curatore Fallimentare della ormai ex società "Parks and Leisure" Quest'ultima ha lasciato un debito di oltre 13 milioni di euro, di cui soltanto tre milioni vanta l'ente Mostra D'oltremare, che altro non sono che i suoi canoni di affitto delle aree sopraindicate dello Zoo,Edenlandia e Cinodromo (le tre aree in questione costano 77 mila euro al mese, una cifra davvero esorbitante). Da più di un anno abbiamo aperto un tavolo tecnico alla regione campania, presso l'assessorato al lavoro, presieduto dal Dott. Nappi, nella speranza di risolvere i problemi. L' assessore Nappi, che si è visto solo la prima volta, ha demandando tutto al suo collaboratore,il Dott Mosca. Dal 12 ottobre il curatore fallimentare ha intrapreso una politica di Ottimizzazione" (così la definisce) del lavoro, tradotto in breve, tagli al personale e cassa integrazione.  L'assessore Marco Esposito del comune di napoli in più interviste ha sempre sostenuto che il comune e il Sindaco De Magistris, conoscono il problema assicurando che gli operai non saranno toccati! Che il Sindaco conosca i problemi di Edenlandia è ovvio, in campagna elettorale tenne un Suo intervento proprio nel parco, nel ristorante per essere più precisi alla presenza di tutte le maestranze e famiglie, impegnandosi, dopo numerose domande e richieste di aiuto sulla questione Edenlandia - Zoo e cinodromo, a risolvere nel più breve tempo possibile la questione se Eletto! Prima ballottaggio, ritornò, rinnovando il suo impegno nei nostri confronti. Una volta eletto, invece,solo poche righe su qualche giornale, ma nessun fatto degno di nota. Il mantenimento dei livelli occupazionali, significa anche far lavorare un lavoratore un ora al giorno. Ma non è così che si agisce, ne tanto meno i lavoratori son in grado di portare avanti le loro famiglie alle condizioni che il Dott. Lauria o qualcun altro vorrebbe, inoltre non sono solo gli operai ha dover fare sacrifici. Dico questo perché all'interno di Edenlandia e dello Zoo, vi sono giochi a premio,punti di ristoro e attrazioni, gestite da partecipanti e privati, che da anni pagano un prezzo per mantenere queste attività davvero irrisorio rispetto al rendimento economico che le stesse fruttano ogni anno. Per non parlare della faccenda Cinodromo. Il Cinodromo, la "Parks and Leisure" lo dava in comodato d'usoGratuito al mercatino delle pulci, come favore al Comune di Napoli.  Un ulteriore scandalo, perchè mentre l'azienda falliva, per anni il mercato delle pulci continuava (e continua) a svolgersi normalmente utilizzando anche l'acqua la luce e i servizi che naturalmente erano e sono a carico della "Parks and Leisure" Dopo il fallimento facciamo capire agli organizzatori che il mercato delle pulci è a rischio;a questo punto succede davvero una cosa strana.Il giorno 19 ottobre 2011 nell'ultima riunione tenuta alla regione campania in cui erano presenti noi sindacalisti e rispettive segreterie, il Dott. Lauria e il suo staff, Mostra d'Oltremare con il Direttore Generale Dott. Maurizio Castellucci e l'avv. Triunfo, mentre si discuteva dei debiti e cose varie, il direttore Generale della mostra Dott Castellucci e l'avv.Truinfo chiedo al Dott. Lauria di lasciare a loro il cinodromo. Il Dott Lauria risponde con un secco No, poiché quando si farà il bando per far acquistare Edenlandia - zoo e cinodromo, il tutto anche il cinodromo (unica area edificabile), sarà un bene che farà aumentare di non poco il valore dell'area, ma loro insistevano.Questo mi ha incuriosito e ho iniziato a chiedere un po in giro perché la mostra volesse il cinodromo.In giro si dice che il Cinodromo porta con le sue bancarelle VOTI, MOLTI VOTI DICIAMO INTORNO AI 4.000 VOTI. Pochi giorni dopo il Dott Lauria in una riunione con noi sindacalisti ci comunica che sta pensando di voler dare il cinodromo alla Mostra. Ovviamente ci siamo opposti in modo deciso.  Anche la decima municipalità ha fatto un consiglio straordinario, il 17 ottobre 2011 alle 17.00 ,in cui noi sindacalisti invitati dal presidente Giorgio di Francesco, abbiamo partecipato intervenendo sia sulle questioni che alle domande poste dai consiglieri.Unanimemente la riunione è terminata ribadendo che il Piano regolatore prevede per quell'area solo un uso adibito a tempo libero e parchi giochi. Il presidente infine ha chiuso dicendo che preparava un documento di solidarietà, che avremmo dovuto presentare alla riunione in regione tenuta il 19ottobre. Documento che ne il giorno dopo ne gli altri a seguireci è stato fatto recapitare e ne tantomeno preparato. Questa è solo una piccola parte delle questioni relative alla vicenda Edenlandia Zoo e cinodromo Confido nella vostra professionalità, per poter aiutare noi e Napoli a non perdere ne un pezzo storico della città, ne e soprattutto altri 70 e più posti di lavoro. ". CGIL FILCAMS.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©