Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Critiche al premier anche da Famiglia Cristiana

FareFuturo ai berlusconiani: "Liberale stare con Putin e Gheddafi?"


FareFuturo ai berlusconiani: 'Liberale stare con Putin e Gheddafi?'
24/08/2010, 14:08

ROMA - Nuova stoccata che FareFuturo indirizza a Berlusconi, questa volta in maniera indiretta. Per essere esatti con una lettera aperta, indirizzata a tutti i "moderati del Pdl", nella quale affronta il tradimento dell'idea liberale, con cui prima Forza Italia e poi il Pdl si sono affermati: "Ve la ricordate la Rivoluzione liberale? Bei tempi. Ma adesso, siete così convinti, cari pidiellini 'moderati', che la Rivoluzione liberale (quella che guardava alla signora Thatcher e al presidente Reagan con ammirazione e con invidia) possa avere il volto di Vladimir Putin, e possa davvero consumarsi sotto il tendone di Gheddafi? La Rivoluzione liberale è quella racchiusa nel documento del 29 luglio, con cui il Pdl espelle uno dei fondatori?". Naturalmente non poteva mancare l'attacco alla Lega Nord, attraverso una domanda retorica: "Davvero pensate che la Rivoluzione liberale possa essere appaltata alla Lega Nord? A Umberto Bossi, Roberto Cota, Roberto Calderoli? Davvero volete che le vostre idee e i vostri progetti (ma anche, soprattutto, i vostri seggi, parliamoci chiaro....) si tingano di verde padano?".
Ma anche Famiglia Cristiana va all'attacco del premier. Nel numero di domani, il direttore Beppe Del Colle pubblicherà un duro editoriale, nel quale sottolinea che Silvio Berlusconi ha stravolto la Costituzione, nel momento in cui si appoggia alla "sovranità popolare. Infatti la Costituzione dice: "La sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione"; ma - continua Del Colle - a quanto pare il premier trascura la seconda parte della frase. Anche quello un "inutile formalismo costituzionale"? E poi continua: "La regola base del berlusconismo? Chi dissente, va distrutto"

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©