Politica / Napoli

Commenta Stampa

Farmacie in sciopero il primo febbraio


Farmacie in sciopero il primo febbraio
28/01/2012, 11:01

Proclamato lo stato di agitazione della categoria dei farmacisti in segno di protesta contro le nuove regole introdotte dal decreto sulle liberalizzazioni. L’ordine di Napoli e provincia aderisce quindi allo sciopero generale del primo febbraio indetto dalla Federfarma nazionale. Sul territorio campano sarà dunque garantito il servizio minimo dalle farmacie di turno. Il decreto Monti prevede a livello nazionale l’apertura di 6.000 nuove farmacie, oltre alle 17.500 esistenti. Riduce a 3.000 abitanti il quorum attualmente previsto in 5.000 per i comuni fino a 12.500 abitanti, e 4.000 per i comuni oltre 12.500 abitanti. In questo caso il rapporto farmacia abitanti scenderebbe al di sotto di quello che è il valore medio europeo. “ In un momento di crisi economica, il decreto del Governo sulle liberalizzazioni – dichiara Vincenzo Santagada, presidente dell’ordine di Napoli - avrà un impatto negativo non solo sui farmacisti napoletani che da dodici mesi non percepiscono soldi dalla Regione, ma anche sulla qualità del servizio offerto ai cittadini “. Santagada non esclude che possano essere introdotte ulteriori forma di protesta se non ci sarà un dialogo con il governo.

Commenta Stampa
di Marina Ciaravolo
Riproduzione riservata ©