Politica / Parlamento

Commenta Stampa

FARSA FINITA: IL DIALOGO TRA I POLI NON C'E'


FARSA FINITA: IL DIALOGO TRA I POLI NON C'E'
29/09/2008, 08:09

Finalmente Walter Veltroni, Segretario del PD, sembra essersi reso conto della realtà dei fatti. Infatti ieri ha rilasciato una intervista al quotidiano "Corriere della Sera" ha fatto presente il rischio per l'Italia di andare incontro ad una situazione simile alla Russia di Putin: cioè una democrazia apparente, ma che nasconde un autoritarismo. E nel nostro caso, chi guida questo autoritarismo sarebbe Berlusconi. Il quale, saputo di questa intervista, uscendo dalla beauty farm umbra nella quale ha passato gli ultimi giorni, ha commentato che "con questa gente non si può dialogare, inutile continuare". (come se ci fosse mai stato un solo argomento su cui ci sia stato dialogo, sia dal 2001 al 2006 che con questo governo, ndr)

Diretta la risposta di Massimo D'Alema: "Devo dire che su questo sono d'accordo con il Presidente del Consiglio. Lui ritiene che il dialogo con l'opposizione sconsista solo nel diritto di quest'ultima di concordare con le decisioni della maggioranza". Che sia la volta buona che il centrosinistra capisca che i rapporti con Berlusconi possono essere solo di servilismo (vedi AN e Lega e anche l'UDC fino all'anno scorso) o di contrapposizione?

Infine una particolarità: il Presidente del Consiglio è stato negli ultimi giorni in una beauty farm per riposarsi e recuperare, ma visto in TV, anche nelle interviste fatte allo Stadio San Siro dopo la vittoria del Milan, hanno lanciato l'immagine di un uomo fisicamente debole e stanco. E non è la prima volta che si nota. Non è che "l'elisir di giovinezza" di Scapagnini, medico personale di Berlusconi ed attualmente sindaco di Catania, non abbia poi tutto questo effetto?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©