Politica / Politica

Commenta Stampa

Favia: "Intorno a me sta nascendo una corrente"

Favia-Grillo: scissione nel M5S


Favia-Grillo: scissione nel M5S
15/09/2012, 11:57

“Intorno a me sta nascendo una corrente, me lo chiedono migliaia di persone.” Queste le parole di Giovanni Favia nella sua prima apparizione, a Galliera, dopo il boom di polemiche che sono scoppiate intorno al suo caso. Risulta quindi chiaro che la scissione all’interno del “Movimento 5 stelle” sarà ormai inevitabile e si verrà a formare un nuovo partito di cui il leader sarà appunto Favia. “Le truppe sono pronte, la buona parte è con me e la metà è pronta ad uscire allo scoperto. Sono io che li tengo fermi.”

Lo scandalo in diretta tv a “Piazza Pulita” ha sicuramente rilanciato la sua immagine trovando consensi non solo tra il popolo, basti pensare che i suoi contatti su facebook sono passati da 10mila a 14mila in una settimana, ma anche all’interno di altri schieramenti politici. Solo il Pdl continua a polemizzare su Favia in seguito alla sua denuncia per minacce di morte: “Chi si mette in un movimento di squadristi non può venirsi a lamentare delle cattive compagnie”, queste le parole dell’onorevole Giuliano Cazzola.
Voci di corridoio assicurano che offerte a Favia sono giunte dall’Idv come dalla Lega Nord per le elezioni del 2013, prontamente smentite dal capogruppo del Carroccio che commenta: “Non lo sento da due settimane”.

Intanto, da Parma, parla il sindaco Federico Piazzarotti che invita a mantenere bassi i toni della polemica. “Questo clima è eccessivo, sicuramente non fa bene a nessuno. I toni sono troppo alti. Bisognerebbe capire chi li sta fomentando”, mentre il braccio destro di Favia, Valentino Tavolazzi di Ferrara, scriveva ieri su facebook “Grillo è proprietario del logo, non del Movimento. Nulla è perduto, tutto è rimediabile”.

Inevitabile il commento del leader del movimento , Beppe Grillo, il quale ha dichiarato: “Io non caccio nessuno, ma Giovanni Favia non ha più la mia fiducia”.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©