Politica / Regione

Commenta Stampa

Federalismo fiscale: sui fabbisogni standard le iniziative regionali di IFEL (ANCI)


Federalismo fiscale: sui fabbisogni standard le iniziative regionali di IFEL (ANCI)
18/02/2011, 12:02

Napoli, IFEL, in collaborazione con ANCI e le ANCI territoriali, ha avviato una serie di iniziative regionali per la formazione di amministratori locali, dirigenti e tecnici di settore di vari Comuni e Province in merito alla rilevazione in corso e diretta degli Enti locali, in attuazione a quanto stabilito dal D.Lgs n. 216 del 26/11/2010 sull’individuazione delle metodologie per la determinazione dei costi e dei fabbisogni standard in collaborazione con SOSE, Società per gli studi di settore Spa.

Infatti, dal 31 gennaio scorso è operativo il portale web sulle cui caratteristiche e funzionalità è stata fatta comunicazione dalla SOSE, che consente di procedere alla rilevazione dei dati necessari alla definizione dei fabbisogni standard attraverso appositi questionari, che dovranno essere sottoscritti dal Sindaco e dal Responsabile finanziario del Comune.

Ricordiamo che le funzioni scelte per l’anno 2011 riguardano la rilevazione dei fabbisogni: Funzione di Polizia locale e Funzione generale di amministrazione, di gestione e di controllo suddivisa, per complessità e divisione strutturale, in Anagrafe, Tributi, Ufficio tecnico e Servizi generali.

A supporto degli Enti, è stato predisposto dalla Fondazione IFEL un Centro di Assistenza telefonica organizzato su due livelli di intervento: il primo di assistenza telefonica immediata per la risoluzione veloce ed efficace delle richieste pervenute; mentre il II livello di risoluzione di casi non immediatamente gestibili e per i quali necessita una competenza territoriale e/o tecnica più specifica. L’assistenza diretta è garantita da un servizio di call-center, predisposto da IFEL, al numero telefonico 06 88816323, attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 16.30, per tutta la durata del periodo previsto per la compilazione dei questionari.

Contestualmente all’invio delle comunicazioni ufficiali, IFEL sta provvedendo ad organizzare incontri a livello territoriale atti ad illustrare i contenuti dei questionari e a raccogliere i suggerimenti indispensabili per affinare le metodologie di stima che saranno applicate per il calcolo dei fabbisogni standard.

Parecchie le iniziative regionali già svolte e numerose quelle programmate. Il 28 gennaio scorso si è tenuto l’incontro con i Sindaci dell’Emilia Romagna a Bologna, il 31 gennaio a Firenze, il 7 febbraio a Milano, il 15 febbraio a Sulmona per l’Abruzzo, il 16 febbraio a Perugia. Oggi è in corso l’incontro ad Ancona per gli amministratori delle Marche. In programmazione il 21 febbraio l’incontro con i sindaci veneti a Thiene (VI), il 23 febbraio a Torino, il 24 febbraio a Lamezia Terme (CZ) per la Calabria, il 2 marzo l’incontro a Genova, il 3 marzo sarà la volta di Campobasso, ed in fine il 4 marzo a Bari ci saranno amministratori di due regioni, Puglia e Basilicata. In tutti gli incontri destinati ai sindaci e responsabili finanziari dei comuni italiani saranno presenti tecnici, esperti e dirigenti di IFEL ed ANCI, oltre alle rappresentanze delle ANCI territoriali.

I Comuni e le Province, avranno a disposizione 60 giorni per restituire per via telematica il questionario richiesto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©