Politica / Politica

Commenta Stampa

Femminicidio, Tartaglione (PD): "Governo risponda subito su attuazione banca dati Dna"


Femminicidio, Tartaglione (PD): 'Governo risponda subito su attuazione banca dati Dna'
03/10/2013, 13:57

ROMA - “Il Governo dia subito risposte sull'istituzione della Banca dati del DNA, su cui non si possono più tollerare ritardi”. A dichiararlo è la deputata del Pd Assunta Tartaglione, che ha presentato, in concomitanza con la discussione in aula del Decreto Legge sul contrasto alla violenza di genere, un’interpellanza urgente ai Ministri dell’Interno, della Giustizia e della Funzione Pubblica, firmata da 42 deputati, per chiedere risposte immediate su tempi e modi di attuazione della legge 85 del 2009, nei fatti non applicata per la mancata emanazione di tre regolamenti attuativi.
“Chiediamo al Governo - continua Tartaglione - se sia intenzionato, e in quali tempi e modi, a dare piena attuazione alla legge 85 per rendere immediatamente operativa la Banca Dati Nazionale del DNA. Auspico che i Ministri diano risposte certe su un tema di assoluta importanza. La recente ratifica del Trattato di Istanbul, infatti, impegna il nostro Paese ad intensificare tutti gli sforzi per prevenire la violenza sulle donne ed in particolare proprio il femminicidio, su cui in queste ore siamo chiamati ad approvare un’importante legge per il contrasto. In tal senso, l’utilizzo della Banca dati nazionale del DNA sarebbe un ulteriore passo in avanti, visto che la stessa ha già dimostrato, nei paesi in cui è stata attivata, di poter contribuire alla riduzione delle violenze sessuali grazie alla rapida identificazione del colpevole, con conseguente effetto psicologico positivo in termini di propensione alla denuncia dei crimini di tipo sessuale da parte delle vittime”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©