Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ferrari (Ifel): "Carta delle autonomie, passaggio importante di riforma per enti locali"


Ferrari (Ifel): 'Carta delle autonomie, passaggio importante di riforma per enti locali'
10/06/2010, 11:06


ROMA - "Il disegno di legge detto Carta delle autonomie è il primo passaggio importante nel riordino del Governo Locale dopo la stagione delle riforme che ha caratterizzato gli anni ’90. Nella prospettiva della riforma in senso federalistico il suo apporto alla struttura e all'organizzarsi degli Enti locali può essere determinante nell'attuazione del nuovo Titolo V della Costituzione Italiana" è quanto ha dichiarato stamattina il prof. Giuseppe Franco Ferrari, Presidente dell'IFEL, Fondazione dell'Anci, presentando il seminario “Il codice delle autonomie” organizzato dall'IFEL e dalla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale (SSPAL) a Roma. “Dal 1990 con la legge 142 e la 241 sulla riforma del procedimento amministrativo ad oggi – ha proseguito il prof. Ferrari – si è passati attraverso il TUEL (n.267 del 2000) e la riforma del titolo V della Costituzione con riforma costituzionale del 2001. Oggi la riforma della disciplina sugli Enti locali avviene in maniera globale e sotto tutti i profili attraverso il Codice delle Autonomie e compito che si è posta la Fondazione assieme alla SSPAL è quello di accompagnare i lavori parlamentari seguendo da vicino e stimolare il dibattito culturale per stare in campo ed aggiornare i destinatari che attueranno la riforma, cioè i Comuni”. “Cercheremo come Fondazione – ha concluso il Presidente – di informare e divulgare quanto più è possibile le riforme che si stanno profilando in Parlamento in modo da far interagire gli studi, gli approfondimenti e la ricerca che IFEL farà di volta in volta”. La giornata di studio prosegue per tutta la giornata. E’ presieduta da Giuseppe Franco Ferrari e Baldovino de Sensi, direttore della SSPAL. Tra gli interventi programmati ricordiamo il sottosegretario all'Interno Michelino Davico, il capo Dipartimento Riforme Istituzionali Presidenza Consiglio Ministri Claudio Tucciarelli, Renato Balduzzi, professore ordinario di diritto costituzionale nell'Università del Piemonte Orientale, Arianna Vedaschi, professoressa di Diritto Pubblico comparato all'Università Bocconi di Milano, Vincenzo Cerulli Irelli, titolare della cattedra di diritto amministrativo presso la Facolta' di Giurisprudenza dell'Universita' "La Sapienza" di Roma, Harald Bonura, docente stabile della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale, Antonio Brancasi, professore di diritto amministrativo nell'Universita' di Firenze, Alessandro Natalini dell'Universita' degli Studi di Napoli Parthenope, Alfonso Migliore, Lucia Scaffardi dell'Universita' di Parma, Tiziano Tessaro, magistrato della Corte dei Conti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©