Politica / Politica

Commenta Stampa

Fiat, Pd: "non sia pericoloso precedente per democrazia sindacale"


Fiat, Pd: 'non sia pericoloso precedente per democrazia sindacale'
15/03/2012, 15:03

Orlando, “insufficiente risposta del Governo alla nostra interpellanza, occorre più iniziativa politica”
E’ stata discussa oggi un’interpellanza presentata da Francesco Boccia insieme ad oltre trenta deputati del Gruppo del Pd alla Camera sul tema della democrazia sindacale, dopo l’esclusione degli iscritti alla Fiom dai nuovi assunti nello stabilimento di Pomigliano D’Arco, “questione sollevata in modo drammatico – ricorda Boccia – dalla denuncia della signora Carmen Abbazia nel corso della trasmissione televisiva Piazzapulita, nella quale è stato raccontato il disagio di chi vede compromessa la propria condizione lavorativa, economica e familiare in ragione delle propria appartenenza sindacale dalla pubblica”. Tuttavia, il governo ha risposto ai quesiti sollevati dal Gruppo del Pd in “modo insufficiente – come ha rilevato Andrea Orlando nella sua replica in Aula al viceministro Martone-. Anche se questo esecutivo ha dato una svolta, rispetto al precedente, al tema delle relazioni sindacali, riconoscendo la sua posizione terza rispetto alle parti, sul tema dei diritti democratici ammette che non ci sono strumenti oltre quelli già stabiliti dalla magistratura. Noi invece crediamo che sia doverosa una iniziativa politica che eviti in tutti modi che il caso Fiat sia un pericolo precedente: accanto agli investimenti necessari, è auspicabile che alla voce innovazione sia inserita la qualità democratica del lavoro, che non può assolutamente fermarsi fuori la porta di uno stabilimento”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©