Politica / Politica

Commenta Stampa

Fiat, Ugl: "Per Fma una speranza da valutare, per Irisbus, basta scherzare con il futuro dei lavoratori"


Fiat, Ugl: 'Per Fma una speranza da valutare, per Irisbus, basta scherzare con il futuro dei lavoratori'
04/10/2011, 11:10

“Positiva la missione industriale prevista entro il 2013 per lo stabilimento Fma di Pratola Serra, ma l’Ugl chiede anzitutto certezze ai vertici Fiat in riferimento alla durata e alla quantità di produzione prevista e alle garanzie che saranno date agli operai”.

Lo dichiarano con una nota congiunta il segretario provinciale Ugl, Costantino Vassilliadis, e il segretario provinciale Ugl Metalmeccanici, Antonio Oliviero, aggiungendo che “nostra unica priorità è garantire i livelli occupazionali ed evitare che, anche questo stabilimento Fiat, diventi l’ennesima vertenza irpina”.

In riferimento alla questione Irisbus i sindacalisti aggiungono: “le notizie giunte da Fiat Industrial erano già nell’aria da tempo. L’avvio della procedura di messa in mobilità dei lavoratori è la contro risposta al rifiuto di accettare qualunque altra proposta o trattativa avanzata da Governo e vertici Iveco”.

“L’unica arma a nostro favore – prosegue la nota - è quella di fare sindacato e di essere aperti al confronto anzitutto con i lavoratori, dicendo loro sempre la verità, cosa che – continuano – fino ad oggi non è stato fatto”.

“Anche se, ufficialmente l’unica fabbrica produttrice di autobus in Italia, è ormai chiusa, non dobbiamo abbandonare i lavoratori ed è nostro dovere tentare di avere al più presto un confronto diretto e rapido con chi di competenza affinché vengano tutelati tutti i 2mila lavoratori. La vertenza – concludono – non può chiudersi così, senza alcuna trattativa capace di aprire un confronto con gli stessi lavoratori che per trent’anni hanno sacrificato la loro vita in nome di un futuro e di un marchio, Fiat per l’appunto, che per tutti era testimonianza di garanzia e di qualità”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©