Politica / Politica

Commenta Stampa

Finanziamento ai partiti, Bonino:"E' tutto da azzerare"

L'esponente Radicale critica la proposta di Severino

Finanziamento ai partiti, Bonino:'E' tutto da azzerare'
09/04/2012, 09:04

Trema la politica dopo l’episodio della Lega, con la convinzione che le regole vanno riformate. Ma sulla questione del finanziamento ai partiti, le posizioni non sono concordi. Ci pensa Emma Bonino, vicepresidente al Senato, a rompere gli indugi, criticando la proposta del ministro della Giustizia Severino, che ha detto che il governo interverrà con un decreto. “Se proprio vogliono procedere alla riforma”, dichiara la Bonino, “la facciano rapidamente, in sede legislativa. Come è accaduto, nel giro di una notte, per reintrodurre i rimborsi elettorali e sconfessare il referendum del '93”.
Sulla questione interviene anche il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani: “O saremo in grado di consegnare all'Italia un assetto costituzionale occidentale del nostro sistema politico, riformandolo, o ci arrenderemo a un'eccezione italiana, passando da un populismo all'altro. Per raggiungere questo traguardo dobbiamo riuscire a varare una legge seria perché le forze politiche abbiano bilanci certificati e controllati, codici etici, meccanismi trasparenti di partecipazione alla vita interna, regole per le candidature”.
Il Pdl, attraverso il presidente dei senatori, Maurizio Gasparri, torna a puntualizzare la propria posizione: “Ci faremo carico di avanzare con immediatezza efficaci proposte per garantire severi controlli sui costi dei partiti”, continua Gasparri, “Casi Montecarlo, Penati, Lusi o Belsito non sono tollerabili. Le decisioni devono essere frutto di autonome e rapide iniziative del Parlamento”.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©