Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ma lui dice: "Nessuna retromarcia"

Fini attaccato dalla base per il suo videomessaggio



Fini attaccato dalla base per il suo videomessaggio
19/11/2010, 11:11

ROMA - Non è andato giù ai finiani il videomessaggio che ieri sera il loro leader ha reso pubblico. Il suo appello al governo perchè continuino a lavorare con responsabilità è sembrata una marcia indietro ed un tentativo di rientrare nel Pdl. E così oggi i siti di Farefuturo e Generazione Italia si sono riempiti di messaggi di critiche, che mostrano un certo disorientamento. Certo c'è anche chi risponde con un "Non capisco ma mi adeguo" o chi sostiene Fini, ma i più protestano. Soprattitto perchè - fa notare qualcuno - il messaggio era talmente ambiguo che Berlusconi ha potuto cantare vittoria, convinto che il leader di Fli abbia fatto retromarcia.
Ma sono interpretazioni che i vertici del partito contestano. Come fa Fabio Granata: "Nessuna retromarcia. Se il percorso sarà quello di arrivare in Aula a maggioranza invariata e se, peggio ancora, continua questo tentativo di garantirsi una striminzita maggioranza numerica, senza tenere conto della grande questione politica posta da Fini, non potremmo che votare la sfiducia. Abbiamo ritirato la delegazione dal governo e ci comporteremo di conseguenza con la sfiducia".
Ora si aspetta di vedere cosa farà Fini, che questa sarà sarà a Torino per la sua prima uscita pubblica come leader di Fli e per presentare il suo "Manifesto per l'Italia". La cui raccolta firme non è che vada benissimo: circa 12 mila firme, quando c'è l'obiettivo di superare i 100 mila.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©