Politica / Parlamento

Commenta Stampa

La Brambilla smentisce tentativo di boicottaggio

Fini prepara l'atteso incontro di Mirabello


Fini prepara l'atteso incontro di Mirabello
01/09/2010, 20:09

ROMA - Dopo qualche anno di obbediente, silenzionsa e connivente alleanza, l'ex leader di An, ha deciso di riposizionare una parte di riflettori sulla propria persona. Da quando Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi non condividono più la parte nelle intamontabili "comiche finali", in effetti, la terza carica dello stato riesce ad occupare le prime pagine dei quotidiani praticamente ogni giorno.
L'ultima violenta e tesissima querelle è esplosa proprio quest'oggi tra Michela Vittoria Brambilla e Generazione Italia e riguarda l'accusa, mossa nei confronti del ministro del Turismo, di aver fatto di tutto per organizzare un pulman di contestatori a pagamento al fine di "disturbare" il prossimo, attesissimo incontro che il leader di Futuro e Libertà terrà a Mirabello.
In quella che è la sede storica dei meeting del vecchio Msi, Fini detterà infatti la linea d'azione ai suoi fedelissimi e tenterà di tracciare l'intricato punto della situazione verso le tre del pomeriggio al ristorante "I Durandi". In ogni caso, l'ex numero uno di An, almeno per il momento, sembra voler dare ascolto ai suoi colonnelli più moderati che pregano per un rinvio dell'annuncio ufficiale della la nascita del nuovo partito (si parla del 6 novembre ma al momento si tratta solo di voci non confermate). D'altro canto, i finiani più agguerriti come Carmelo Briguglio, non usano mezzi termini:"Sia chiaro che mi atterrò alle decisioni che saranno prese collegialmente, ma secondo me la nascita di un nuovo partito è lo sbocco naturale del percorso politico fin qui fatto. L'ultima parola, però, spetta a Fini e solo a lui".
In senso generale e diplomazia ambigua a parte, il punto di Fli resta comunque abbastanza chiaro:"Per riavviare un dialogo dovranno essere chiariti fino in fondo i motivi dell'incompatibilità con il Pdl. Basta con gli attacchi stampa, e niente riunione dei probiviri. Sta a loro ricucire lo strappo con il cofondatore del Pdl".

LA SMENTITA DELLA BRAMBILLA
Intanto, sulla polemica esplosa con Generazione Italia, Brambilla annuncia già un'azione di querela per i "tentativi di diffamazione" patiti e sbotta:"Quanto apparso in data odierna sul sito dell'associazione ricondurrebbe alla mia persona  azioni che mi sono totalmente estranee. Quanto accaduto oggi mi pare, semmai, un palese tentativo di mettere le mani avanti, creando un alibi con il quale - aggiunge - giustificare le contestazioni che, evidentemente, gli esponenti finiani si aspettano di ricevere a Mirabello".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©